Events

Select event terms to filter by
Select event type to filter by
Venerdì Ottobre 16, 2009
Start: 17:30
End: 20:00

Venerdì 16 ottobre, ore 17,30 presso lo spazio di documentazione "Il Grimaldello",
presentazione del libro (a cura dell'autore) e proiezione di “Deltaoil’s dirty business”.

Start: 19:00
End: 23:59

Venerdì 16 Ottobre 2009
Serate dibattito al Mezcal Squat ed alla Boccia Squat


Foto dall'elicottero a cura della questura di Torino. Particolari delle case occupate torinesi

Mezcal Squat Corso Pastrengo
Parco Della certosa Collegno To
COME ARRIVARE
Autobus
Chi paga il bliglietto porta sfiga! Digli di smettere! Sopratutto visto e considerato che la gtt è complice delle espulsioni!
Bus 33 e 33 da Torino C.So Vittorio Emanuele angolo V. Arsenale.

Start: 19:30
End: 23:59

Per una resistenza contro l'ordine genetico mondiale e la mercificazione e omologazione del vivente.

Mezcal squat - parco della Certosa di Collegno (To)

ore 19.30 apericena bellavita, porta da bere e da mangiare e partecipa all'altrui piacere

ore 21 presentazione e dibattito sulla mobilitazione contro EFSA (ente europeo per la sicurezza alimentare) e sull'ingresso degli ogm e delle nocività in campo agro-alimentare in Europa in preparazione della manifestazione del 31 ottobre a Parma, a cura della Coalizione Contro le Nocività

 

CORSO PASTRENGO COLLEGNO-TO ARRIVATI AL BENZINAIO DI CORSO PASTRENGO C'E' UN AMPIO PARCHEGGIO E LI' DIETRO ATTRAVERSANDO IL PARCO C'E'IL MEZCAL

Start: 20:30
End: 23:59

Il 29 Settembre del 2008 a Parma, alcuni agenti della polizia municipale pestano brutalmente Emmanuel Bonsu,
un giovane ghanese di 22 anni. Alcune settimane dopo vengono arrestati ed indagati dei compagn* con l'accusa
di aver tirato due petardi davanti alla caserma della polizia municipale di Parma.
Il reato che viene contestato loro è il 280 (attentato con finalità terroristiche o di eversione).
il 2 ottobre è iniziato il processo ai 4 compagn*

L'ANTIRAZZISMO - ANTIFASCISMO NON SI PROCESSANO!

Solidarietà a Madda, Nora, Peppe, Simone.

BENEFIT - Dalle 20.30 - Aperitivo - Buffet - serata con Dj.set -
Presso info-spazio Chinatown - Piazzetta Caduti della Resistenza - Capolinea Bus 9 - Padova

Start: 21:00
End: 23:59

CIÒ CHE CHIAMIAMO PROGRESSO
È QUESTA TEMPESTA
DAL NUCLEARE ALLE ENERGIE “RINNOVABILI” COME STRUMENTO DI PRODUZIONE DI MORTE, INQUINAMENTO E CONTROLLO SOCIALE.
SUI POSSIBILI MODI PER PORVI RIMEDIO

Cinque incontri per iniziare a discutere

GIOVEDÌ 8 OTTOBRE, ORE 21: proiezione del film-documentario “Biùtiful Cauntri”.
Allevatori che vedono morire le proprie pecore per la diossina. Contadini che coltivano terre inquinate dalle vicine discariche. Voci e immagini da una terra violata, consumata dall’alleanza fra un Nord operoso e senza scrupoli e le nuove forme della criminalità organizzata, raccontata con immagini inedite del traffico illecito dei rifiuti.

VENERDÌ 9 OTTOBRE, ORE 21: presentazione dell’opuscolo “Scarti di produzione. Cronache e riflessioni sulla devastazione di un territorio” e discussione con alcuni compagni da Napoli sull’emergenza rifiuti in Campania e le lotte sociali scaturite nel 2008.
È il sistema produttivo industriale la causa della situazione in cui versa il nostro pianeta e che ha reso i nostri territori delle enormi discariche. Viene chiesta maggiore energia per produrre tonnellate di oggetti inutili, fino a restare sommersi da rifiuti che non si sa più dove mettere.

VENERDÌ 16 OTTOBRE, ORE 21: presentazione dei testi della mostra “Una volta per tutte. Per il rilancio dell’opposizione al nucleare e al mondo che lo produce”.
Il nucleare è il frutto di quella Ragion di Stato che vede nella tutela dell’ambiente un intralcio all’industria, arrivando a dichiarare folli le preoccupazioni circa la salute del pianeta.
A SEGUIRE, proiezione del film-documentario “La messa delle cinque”, su una resistenza antinucleare in Francia.

VENERDÌ 23 OTTOBRE, ORE 21: presentazione del libro “Delta in rivolta. Pirateria e guerriglia contro le multinazionali del petrolio”.
La Nigeria affondata dallo sfruttamento selvaggio di compagnie petrolifere quali Shell, Agip e Chevron, tra devastazione ambientale e resistenze alle politiche neocoloniali. A SEGUIRE, proiezione del documentario “Delta oil’s dirty business”.

VENERDÌ 30 OTTOBRE, ORE 21: L’imbroglio delle energie alternative o rinnovabili. dibattito e diffusione di materiale contro-informativo.
A cosa e a chi serve produrre sempre maggiore energia? Non ci interessa trovare fonti con cui far funzionare giorno e notte le industrie e tenere accesi miliardi di elettrodomestici. Non ci interessa far funzionare una società come la nostra, capace di insanguinare il pianeta con le sue guerre o di fabbricare alimenti sempre più adulterati e manipolati.

CIRCOLO ANARCHICO, VIA MASSAGLIA 62/B LECCE
peggio2008@yahoo.it
www.guerrasociale.blogspot.com

NEL CORSO DI TUTTE LE SERATE,
A PARTIRE DALLE 20 ESPOSIZIONE
MOSTRA CONTRO IL NUCLEARE, DIFFUSIONE DI STAMPA
E BUFFET BENEFIT.

Start: 21:00
End: 23:59

LO STATO VIETA, LO STATO OPPRIME, LO STATO REPRIME.

Sono tempi caratterizzati dalla propaganda della paura e dalla spasmodica
ricerca della "SICUREZZA".
Viene indotta la sensazione di sentirsi minacciati da ogni genere di pericoli
e di emergenze: microcriminalità, fondamentalismi religiosi (rigorosamente
islamici), accattonaggio minorile, traffico di droga, venditori ambulanti,
merci contraffatte, immigrazione clandestina: la "percezione di insicurezza",
l'ultimo grido tra le paranoie imposte dalla società dello sfruttamento, è in
costante impennata. Da un lato si fomentano e si assecondano le paure
razziste della gente “perbene”, dando loro in pasto un nemico creato ad arte
(il pericoloso straniero, per esempio) su cui lasciar accanire i vendicatori
in divisa; dall'altro accelera la creazione di categorie sociali come quella
del "clandestino", inevitabilmente costringendoli ad accettare qualsiasi tipo
di ricatto sociale ed economico, costretti a nascondersi e ad essere
bersaglio quotidiano di razzisti, fascisti e poliziotti. La risposta più
sensata allo stato di cose attuale è riconoscere i propri nemici negli stati,
nelle loro frontiere, nelle loro polizie, nel sistema economico del profitto
e del consumo che produce miseria e disperazione. E nel cominciare a
riprenderci i nostri spazi di libertà, fin da subito, proprio come vogliamo
fare noi, organizzando una assemblea pubblica in piazza Saffi, per smontare i
luoghi comuni dei profeti della paura; la piazza, il luogo dove da sempre si
discute e ci si confronta tra pari, è già morta, facciamola vivere noi.

PUBBLICA ASSEMBLEA
VENERDI' 16 OTTOBRE, ORE 21, PIAZZA SAFFI:
IL PACCHETTO SICUREZZA.
INTRODUCE L'AVVOCATO ANDREA RONCHI

OSSERVATORIO PERMANENTE SULLA REPRESSIONE E IL CONTROLLO SOCIALE – ROMAGNA

Start: 21:00
End: 23:00

Venerdì 16 ottobre '09

ore 21

serata antirazzista

Assemblea e presentazione dell’opuscolo

“Sicuri da morire – per resistere al pacchetto sicurezza”

Interverrà l’avvocato Simone Bisacca

Alla Boccia Squat

via Giacomo Medici 121

Sabato Ottobre 17, 2009
Start: 10:00
End: 13:00

L38 Squat vi invita

Mercoledì 14 Ottobre, CONTRO OGNI NOCIVITA'
dalle 20.00:
Cena, incontro, scambio e aggiornamenti
sulle lotte dal basso contro la devastazione ambientale.

A seguire: Racconti sull'esperienza di lotta e la repressione a Tarnac [Francia]
e distribuzione de "L'insurrezione che viene".

Spazio info/distro aperto a tutte/i

Contro l'inceneritore di Albano, per la chiusura della discarica di Roncigliano
CORTEO Sabato 17 Ottobre ore 10.00- Piazza Mazzini [Albano]

Start: 15:00
End: 18:12

SABATO 17 OTTOBRE ORE 15
presso il Presidio Permanente
Lavoratori della Scuola
via Ripamonti 85 Milano

INCONTRO PUBBLICO
CON GLI AVVOCATI DIFENSORI
DEI RIVOLTOSI DI VIA CORELLI DOPO LA  SENTENZA DEL PROCESSO

S'è chiuso martedì 13 ottobre, con la sentenza di primo grado, il processo ai ribelli di Corelli, arrestati la notte del 13 agosto dopo le proteste che fecero seguito all’entrata in vigore del pacchetto sicurezza.

A fronte delle pesanti richieste di condanna avanzate dal p.m. (per tutti/e pene dai due anni ai due anni e mezzo, con una sola assoluzione) il giudice, dopo ben sei udienze, ha deciso di suffragare la tesi della colpevolezza sostenuta dalla polizia e dalla croce rossa, condannando tutti/e, ma con pene di molto inferiori, che vanno dai sei ai nove mesi, senza in ogni caso concedere a nessuno la sospensione della pena.
Avrà inoltre seguito la vicenda “specifica” di Joy, emersa con nettezza durante il processo.
Da una parte è certo che verrà denunciata per calunnia nei confronti di Vittorio Addesso, l’ispettore-capo di polizia che ha esercitato violenze sessuali su di lei; dall’altra è altrettanto certa la denuncia di Joy nei confronti di Addesso. In altre parole: il processo Corelli continua.

In sintesi possiamo dire che l’esito del processo non fa che confermare il carattere “partigiano” della giustizia borghese, come sempre incapace di contraddire le scelte del potere politico e dei suoi apparati repressivi, decidendo quindi di colpire comunque, nonostante nel corso del processo siano emerse palesi contraddizioni nell’impianto accusatorio, sia in merito ai fatti accaduti, sia in merito all’identificazione dei presunti responsabili.

L’unico elemento politicamente positivo e significativo è stata la concessione a tutti/e delle attenuanti generiche, cosa che spiega il forte ridimensionamento dell’entità delle condanne rispetto alle richieste del p.m. In attesa che il giudice depositi le motivazioni della sentenza è lecito pensare che tali attenuanti siano esattamente legate al contesto in cui tali “reati” sarebbero avvenuti (la natura dei CIE e del loro funzionamento), riconoscendo implicitamente come il carattere politico che i detenuti, insieme con gli antirazzisti intervenuti a loro sostegno, hanno cercato di imprimere al processo, abbia comunque ottenuto un risultato importante, per quanto insoddisfacente di fronte alla repressione che, anche questa volta, l’ha fatta franca.

Resta il fatto che le lotte nei CIE continuano (e continueranno) come dimostrano gli scioperi proclamati nei CIE di Gradisca e Milano, proprio in solidarietà con gli immigrati processati oggi.
Resta quindi il fatto che è necessario e doveroso rilanciare l’impegno per la loro chiusura definitiva e, con essa, l’abbattimento definitivo di ogni legge razziale.

COMITATO ANTIRAZZISTA MILANESE

Start: 16:00
End: 19:00

 

Sabato 17 ottobre

dalle ore 16 alle 19

PRESIDIO MUSICALE

al carcere di Bergamo

via Daste Spalenga

(dalla parte opposta all'entrata)

 

la musica libera, ribelle e solidale

...occasionalmente spettacolare !

Alla consolle (d)J.Bonnot - MICROFONO APERTO !!!

Start: 20:00
End: 23:59

sabato 17 ottobre

 

dalle ore 20 presso

Cascina Torchiera senz'acqua

P.le Cimitero Maggiore - Milano

 

cena benefit per Radiocane  www.radiocane.info

costo 8/10 euri  menu umbro (anche vegetariano)

Start: 20:00
End: 23:59

Sabato 17 ottobre 09

Torre Maura Occupata
Via delle Averle 10
Bus 105 – 556 – 312 Trenino Roma Giardinetti

Dalle ore 20.00

Cena Vegan
e
presentazione di

NUNATAK
Rivista di storie, culture, lotte della montagna

Nunatak. Con questo nome, originario della lingua dei popoli nativi del
polo artico, sono denominate le formazioni rocciose che spuntano dalla
coltre ghiacciata della Groenlandia e del circolo polare artico. Si tratta
in effetti delle vette di alcune, le uniche al giorno d’oggi ancora
coperte dai ghiacci perenni, di quelle montagne su cui, all’epoca delle
glaciazioni, si rifugiarono embroniali forme viventi, che con il ritiro dei
ghiacci, ripopolarono di vita il pianeta. Dinnanzi al dilagare degli scempi
sociali ed ecologici prodotti dalla società della Merce e
dell’Autorità, le montagne della Terra tornano ad essere lo spazio della
resistenza e della libertà. Affinchè una vita meno alienata e meno
contaminata possa, giorno dopo giorno, scendere sempre più a valle.

Domenica Ottobre 18, 2009
Start: 10:00
End: 15:00

domenica 18 ottobre 2009 - ore 10,00

INCONTRO ANTINUCLEARE

Torre Maura Occupata
Via delle Averle 10
Bus 105 – 556 – 312 Trenino Roma Giardinetti

In questi ultimi mesi ha avuto un notevole incremento la corsa mediatica e legislativa per il reinserimento ufficiale dell’Italia all’interno del sistema energetico nucleare.
Contemporaneamente alle dichiarazioni di irrinunciabilità ai “nuovi” progetti atomici si sono creati, con diverse modalità e contenuti, svariati momenti di confronto ed iniziative dei resti di quello che è stato il movimento antinuclearista degli anni ’80/’90. All’interno del movimento anarchico ci sono stati momenti di discussione sia a livello locale sia più ampio, come Valpelline in luglio e Las Vegan in settembre, a cui hanno partecipato compagni/e di varie regioni italiane, che
hanno visto pure la nostra presenza. L’argomento da discutere è ampio e complesso dall’analisi politica, agli
aspetti tecnici, alla scelta  dei strumenti da mettere in campo, senza dimenticare che la lotta al nucleare è solo una parte di un percorso di contrasto alle più svariate nocività che il capitale ha creato e su cui basa la propria riproduzione.
Proponiamo una giornata di confronto domenica 18 ottobre dalle ore 10.00 a Torre Maura Occupata (Via delle Averle 10 Roma), per condividere idee e conoscenze e promuovere la creazione di momenti di lotta contro il rilancio
nuclearista impostoci dal dominio, senza lasciarne l’egemonia ai soliti sinistri politicanti di turno, per un mondo senza nocività.

Torre Maura Occupata

Lunedì Ottobre 19, 2009
Start: 19:30

LuNedì 19 oTtobrE

Incontro/dibattito in vista del corteo

del 31 ottobre a Parma contro l’EFSA

Martedì Ottobre 20, 2009
Mercoledì Ottobre 21, 2009
Start: 19:00
End: 23:59

LaRiottosaZquat, Firenze Galluzzo, bus 37 o 68 dalla stazione santa maria novella, fermata "pone bailey". Bellafica porta quel che ti va, no baristi no fruitori niente soldi solo complici e briahi

Scarica il manifesto

Giovedì Ottobre 22, 2009
Start: 18:00
End: 22:00

Genova marzo 2008.
L'on. Storace, dirigente del partito fascista "La Destra", tenta un comizio in piazza Banchi, lo stesso giorno in piazza De ferrari anche un altro noto fascista della Lega nord, l'on. Borghezio,prendeva la parola.
Questi i primi recenti tentativi da parte dei partiti xenofobi di esportare i proprio grugniti e mugugni d'odio nel centro storico della città.
Da lì in avanti non è solo la presenza dei dirigenti fascisti che verrà contestata, ma anche la presenza dei militari, i progetti per la costruzione dei CIE, le leggi contro i poveri e le leggi razziali varate dal governo troveranno a Genova l'ostilità di diverse persone che, a volte in tanti a volte in poche decine, scenderanno in strada per cercare di ostacolare i progetti totalitari dello stato.

Start: 20:00
End: 23:59

Ore 20 presentazione e dibattito sulla mobilitazione contro EFSA (ente europeo per la sicurezza alimentare) e sull'ingresso degli ogm e delle nocività in campo agro-alimentare in Europa in preparazione della manifestazione del 31 ottobre a Parma, a cura della Coalizione Contro le Nocività

Venerdì Ottobre 23, 2009
Start: 16:00
End: 23:59

VENERDì 23 OTTOBRE C.S.A. SPARTACO

dalle 16.00 in poi
CONTEST DI SKATE...fino al collasso!

per i più contagiati ricchi premi.

SABATO 24 OTTOBRE

dalle 16.00 ritrovo in p.za S. Francesco

PARATA ANTI PACCHETTO SICUREZZA
per le vie del cento porta rabbia e fantasia contro razzismo e
autoritarismo

Start: 20:30
End: 23:59

VENERDI' 23 OTTOBRE 2009 presso lo Spazio Libertaio "SOLE&BALENO" - CESENA dalle 20.30 ... Presentazione del libro: "Il silbo gomero: mezzo di comunicazione e bene culturale", di Arianna Ancarani, edizione bilingue (italiano-spagnolo) dell'Academia Canaria de la Lengua, 2008. Il libro descrive il linguaggio fischiato dell'isola de La Gomera (Canarie)... ma che cos'è un linguaggio fischiato? è un linguaggio che riproduce una lingua naturale (in questo caso lo spagnolo) utilizzando la risorsa sonora del fischio al posto della voce. Un fischio potente e modulato che permette di comunicare a distanze notevoli (fino ad alcuni chilometri), anche a una moltitudine di destinatari dispersi. Una "invenzione" di cruciale importanza per una cultura esclusivamente orale, e che è riuscita a sopravvivere fino ai nostri giorni, non solo a La Gomera ma in molti altri luoghi del mondo.

Start: 21:00
End: 23:59

CIÒ CHE CHIAMIAMO PROGRESSO
È QUESTA TEMPESTA
DAL NUCLEARE ALLE ENERGIE “RINNOVABILI” COME STRUMENTO DI PRODUZIONE DI MORTE, INQUINAMENTO E CONTROLLO SOCIALE.
SUI POSSIBILI MODI PER PORVI RIMEDIO

Cinque incontri per iniziare a discutere

GIOVEDÌ 8 OTTOBRE, ORE 21: proiezione del film-documentario “Biùtiful Cauntri”.
Allevatori che vedono morire le proprie pecore per la diossina. Contadini che coltivano terre inquinate dalle vicine discariche. Voci e immagini da una terra violata, consumata dall’alleanza fra un Nord operoso e senza scrupoli e le nuove forme della criminalità organizzata, raccontata con immagini inedite del traffico illecito dei rifiuti.

VENERDÌ 9 OTTOBRE, ORE 21: presentazione dell’opuscolo “Scarti di produzione. Cronache e riflessioni sulla devastazione di un territorio” e discussione con alcuni compagni da Napoli sull’emergenza rifiuti in Campania e le lotte sociali scaturite nel 2008.
È il sistema produttivo industriale la causa della situazione in cui versa il nostro pianeta e che ha reso i nostri territori delle enormi discariche. Viene chiesta maggiore energia per produrre tonnellate di oggetti inutili, fino a restare sommersi da rifiuti che non si sa più dove mettere.

VENERDÌ 16 OTTOBRE, ORE 21: presentazione dei testi della mostra “Una volta per tutte. Per il rilancio dell’opposizione al nucleare e al mondo che lo produce”.
Il nucleare è il frutto di quella Ragion di Stato che vede nella tutela dell’ambiente un intralcio all’industria, arrivando a dichiarare folli le preoccupazioni circa la salute del pianeta.
A SEGUIRE, proiezione del film-documentario “La messa delle cinque”, su una resistenza antinucleare in Francia.

VENERDÌ 23 OTTOBRE, ORE 21: presentazione del libro “Delta in rivolta. Pirateria e guerriglia contro le multinazionali del petrolio”.
La Nigeria affondata dallo sfruttamento selvaggio di compagnie petrolifere quali Shell, Agip e Chevron, tra devastazione ambientale e resistenze alle politiche neocoloniali. A SEGUIRE, proiezione del documentario “Delta oil’s dirty business”.

VENERDÌ 30 OTTOBRE, ORE 21: L’imbroglio delle energie alternative o rinnovabili. dibattito e diffusione di materiale contro-informativo.
A cosa e a chi serve produrre sempre maggiore energia? Non ci interessa trovare fonti con cui far funzionare giorno e notte le industrie e tenere accesi miliardi di elettrodomestici. Non ci interessa far funzionare una società come la nostra, capace di insanguinare il pianeta con le sue guerre o di fabbricare alimenti sempre più adulterati e manipolati.

CIRCOLO ANARCHICO, VIA MASSAGLIA 62/B LECCE
peggio2008@yahoo.it
www.guerrasociale.blogspot.com

NEL CORSO DI TUTTE LE SERATE,
A PARTIRE DALLE 20 ESPOSIZIONE
MOSTRA CONTRO IL NUCLEARE, DIFFUSIONE DI STAMPA
E BUFFET BENEFIT.

Sabato Ottobre 24, 2009
Start: 10:00
Start: 24/10/2009 - 10:00
End: 25/10/2009 - 06:00

Presidio di Solidarietà con il Velena Sgomberato:

 

Sabato 24 Ottobre
dalle ore 10 del mattino:
Presidio di solidarietà con il Velena sgomberato
Musica, bar, distribuzione di TuttoSquat ed altro…
Ritrovo al Balon - Porta Palazzo -Via Borgo Dora di fronte al panificio.

Ed in serata:



sabato 24 Ottobre 2009

dalle 23:00
Serata Bellavita
ovvero
Senza Clienti
Senza Soldi
Porta da bere
Il bar sei Tu
Vieni a danzare!
Barocchio Squat Garden
Strada del Barocchio, 27 Grugliasco - To
ad ovest di Torino, nei pressi di C.so Allamano.
se si arriva dal centro Città:
bus da Piazza Castello 55 & 56
Da Porta Nuova
Linea Tram 4 arrivati allo stadio Olimpico prendere il 17 o 17/
Da Porta Susa:
Linea Tram 10 direzione Stadio Olimpico
scendere alla fermata Sebastopoli-Stadio Olimpico e a destra su corso
Sebastopoli c’è la Fernmata
17 & 17/ direzione Rivoli, scendere alla Fermata dei vigili del Fuoco.
altri bus 44 da collegno
bus da Piazza Carducci: 17, 17 barr & 66
Da collegno e Grugliasco Centro Bus 44

Start: 14:00
End: 19:00

SIAMO STATI, SIAMO E SAREMO TUTTI MIGRANTI

Start: 16:00
End: 20:00

In seguito ai fatti di Domenica 11 Ottobre, facciamo appello a tutte le realtà antifasciste toscane a partecipare al corteo che si terrà a Pistoia, Sabato 24, per chiedere l'immediata liberazione dei tre compagni sequestrati dall'autorità giudiziaria pistoiese ed il ritiro delle denunce a carico degli altri otto.

Start: 16:00
End: 19:00

SABATO 24 OTTOBRE dalle ore 16.00
a PISA presso STAZIONE LEOPOLDA Piazza Guerrazzi, Pisa
CONFERENZA-DIBATTITO SUL NUCLEARE

Interventi da parte di esperti sul nucleare, presentazione dell'opuscolo "Nucleare Mon amour" Edizioni Il Gabbiano, interventi sulla figura di Marco Camenisch e proposte di lotta contro il nucleare. Verranno allestite la mostra contro il nucleare e la mostra su Marco Camenisch.

Per contatti: nogasiera@gmail.com

FERMIAMO LA MORTE NUCLEARE

Start: 16:00
End: 23:59

VENERDì 23 OTTOBRE C.S.A. SPARTACO

dalle 16.00 in poi
CONTEST DI SKATE...fino al collasso!

per i più contagiati ricchi premi.

SABATO 24 OTTOBRE

dalle 16.00 ritrovo in p.za S. Francesco

PARATA ANTI PACCHETTO SICUREZZA
per le vie del cento porta rabbia e fantasia contro razzismo e
autoritarismo

Start: 19:00
End: 23:59

Sabato 24 ottobre 09

Torre Maura Occupata
Via delle Averle 10
Bus 105 – 556 – 312 Trenino Roma Giardinetti

Dalle ore 19.00

Incontro con la Coalizione contro le nocività, presentazione del progetto
e dibattito sulla mobilitazione contro OGM e EFSA (Ente Europeo per la
Sicurezza Alimentare) il 31 ottobre a Parma

A seguire cena vegan e concreti con

ABSINTHE (provisoire) Noise rock da Montpellier Bruxelles

N.T.S. Punk HC da Napoli

DADA JAM-PSICHEDELIA Impro da Berlino

VIOLENT NUNS Hardecore siciliano

BESTIAL VOMIT Schifo da Roma

Birreria – Distro Anarchica – Demasterizzazione Selvaggia – Gran
Bazar Der Raccatto

Domenica Ottobre 25, 2009
End: 06:00
Start: 24/10/2009 - 10:00
End: 25/10/2009 - 06:00

Presidio di Solidarietà con il Velena Sgomberato:

 

Sabato 24 Ottobre
dalle ore 10 del mattino:
Presidio di solidarietà con il Velena sgomberato
Musica, bar, distribuzione di TuttoSquat ed altro…
Ritrovo al Balon - Porta Palazzo -Via Borgo Dora di fronte al panificio.

Ed in serata:



sabato 24 Ottobre 2009

dalle 23:00
Serata Bellavita
ovvero
Senza Clienti
Senza Soldi
Porta da bere
Il bar sei Tu
Vieni a danzare!
Barocchio Squat Garden
Strada del Barocchio, 27 Grugliasco - To
ad ovest di Torino, nei pressi di C.so Allamano.
se si arriva dal centro Città:
bus da Piazza Castello 55 & 56
Da Porta Nuova
Linea Tram 4 arrivati allo stadio Olimpico prendere il 17 o 17/
Da Porta Susa:
Linea Tram 10 direzione Stadio Olimpico
scendere alla fermata Sebastopoli-Stadio Olimpico e a destra su corso
Sebastopoli c’è la Fernmata
17 & 17/ direzione Rivoli, scendere alla Fermata dei vigili del Fuoco.
altri bus 44 da collegno
bus da Piazza Carducci: 17, 17 barr & 66
Da collegno e Grugliasco Centro Bus 44

Start: 15:00
End: 23:59

VENERDì 23 OTTOBRE C.S.A. SPARTACO

dalle 16.00 in poi
CONTEST DI SKATE...fino al collasso!

per i più contagiati ricchi premi.

SABATO 24 OTTOBRE

dalle 16.00 ritrovo in p.za S. Francesco

PARATA ANTI PACCHETTO SICUREZZA
per le vie del centro porta rabbia e fantasia contro razzismo e
autoritarismo

Martedì Ottobre 27, 2009
Start: 19:30
End: 23:59

dalle 19.30

- aperitivo

dalle 21.30 - Presentazione dell'opuscolo "Scarti di produzione"
cronache parziali e riflessioni sulla devastazione del territorio

(sulla rivolta di Chiaiano durante "l'emergenza rifiuti", contro l'apertura della discarica)

a cura di alcuni compagni di Napoli
Fuoriluogo - Via San Vitale, 80 [Bologna]

Scarica il manifesto

Start: 19:30
End: 23:59

COMUNICATO STAMPA CON PREGHIERA DI PUBBLICAZIONE E/O DIFFUSIONE. GRAZIE!

Radio Blackout è l'unica radio libera dell'etere torinese. Dal 1992 trasmette sui 105.250 in FM, si autogestisce e si autofinanzia. Sulle sue frequenze non passano spot commerciali pertanto ogni mese le attività della radio vengono sostenute da serate benefit che siano concerti, dj set oppure cene. Nel corso di questi anni Radio Blackout ha dato voce alle minoranze e ai movimenti che normalmente non trovano spazio altrove: lavoratori, studenti, occupanti di case, collettivi politici, immigrati, detenuti. Parallelamente Radio Blackout ha promosso la musica di artisti emergenti e ha contribuito a diffondere nell’etere torinese generi musicali che non trovano spazio nella maggior parte delle playlist dei network radiofonici. Ascolta e sostieni Radio Blackout!

Start: 21:00
End: 23:59

MARTEDI’ 27 OTTOBRE, ORE 21,00

SPAZIO ANARCHICO “LA NAVE DEI FOLLI”

CORSO BETTINI, 57

ROVERETO

Mercoledì Ottobre 28, 2009
Start: 18:00
End: 21:00

6 TESI CONTRO L’INCENERITORE

  1. L’inceneritore non risolve il problema dei rifiuti. Come noto, esso produce, al termine del processo di incenerimento, un 30% di residuo tossico da mettere in discariche specializzate la cui scadenza è di circa dieci anni. L’attuale livello della raccolta differenziata in Trentino permette già – anche a prescindere dai possibili riutilizzi di parte del materiale di scarto – di avere un residuo equivalente non tossico. Non risolvendo affatto, dunque, il problema delle discariche, l’inceneritore emette numerose sostanze e nanoparticelle altamente nocive per l’ambiente, gli animali e l’uomo. Raccolta differenziata e inceneritore si escludono a vicenda. L’inceneritore favorisce la produzione di rifiuti (soprattutto plastica e carta) senza i quali smetterebbe di essere redditizio.
  2. Dellai, Andreatta e soci non sostengono la necessità dell’inceneritore per una sorta di chiusura ideologica impermeabile agli argomenti critici, ma per interesse. L’inceneritore è un grande affare, sia per chi lo costruisce sia per chi si arricchisce facendolo funzionare. Non a caso una quota di Dolomiti Energia è posseduta dalla AeM, che gestisce l’inceneritore di Brescia. UPT e PD sono a livello locale il comitato d’affari degli industriali inceneritoristi. Il balletto di opinioni è solo fumo negli occhi.
  3. L’opposizione di PDL e Lega all’inceneritore è opportunista e strumentale. Questi partiti hanno permesso agli inceneritori di pullulare in moltissimi comuni, province e regioni da loro amministrati. Non solo. Quando la popolazione campana, stremata da inquinamento e malattie, si è opposta alla costruzione di nuovi inceneritori e megadiscariche, questi partiti al governo hanno inviato le forze dell’ordine e persino l’esercito per reprimere le proteste. Offrire sponda politica a simili imbroglioni patentati è stupido e opportunista. Il centrosinistra, dal canto suo, è riuscito nell’impresa davvero notevole di permettere a PDL e Lega di presentarsi come paladini della salute della gente. Visto il populismo razzista delle camice verdi, ci mancava anche questa…
  4. La nostra fiducia nelle beghe e nelle contraddizioni di palazzo è pari a zero. Solo la mobilitazione dal basso può impedire in modo duraturo il progetto dell’inceneritore. Una mobilitazione che dimostri nei fatti che la salute e la dignità della gente valgono di più dei profitti di pochi. In questa mobilitazione, da costruire paese per paese con rapporti diretti e libere assemblee, noi saremo al nostro posto: davanti alle ruspe.
  5. Affermare che le alternative all’inceneritore esistono fin d’ora secondo noi non basta. Non si tratta solo di criticare un certo modo di gestire i rifiuti, ma di mettere in discussione l’intero sistema della produzione (e del consumo). Cosa, come, perché produrre: queste sono le domande non più eludibili. Non ci sono soluzioni tecniche a un problema sociale.
  6. Diciamo questo non per una sorta di massimalismo compiaciuto, ma perché l’attacco radicale alla terra e alla nostra autonomia di donne e di uomini non permette più palliativi né compromessi. Vogliamo parlare di TAV, di installazioni militari, di impianti di risalita, di OGM o, più semplicemente, di Monte Zaccon?

Cerchiamo di costruire già nelle lotte e nei rapporti che queste creano il mondo per cui ci battiamo.

Start: 20:30
End: 23:00

CENA IN SOLIDARIETA' CON ROBERT, MATTIA E NICU

Mercoledì 28 ottobre ore 20.30 al Circolo Iqbal Masih,
via della Barca 24/3, Bologna

MENU'

Tagliatelle fatte in casa con uova di galline felici con sugo di prosciutto, panna e piselli o di verdure
Polpette di verdure con salse
Patate arrosto
Dolce
vino e birra inclusi
10 euro benefit

Carcere, Sorveglianza Speciale, Arresti
Domiciliari, Obbligo di Dimora, Fogli di via...
sono tutte facce della repressione, che mira a
isolare i compagni e a indebolire le lotte.
Reagiamo a tutte le forme di controllo poliziesco
con la stessa determinazione.

Giovedì Ottobre 29, 2009
Start: 18:00
End: 21:00

6 TESI CONTRO L’INCENERITORE

  1. L’inceneritore non risolve il problema dei rifiuti. Come noto, esso produce, al termine del processo di incenerimento, un 30% di residuo tossico da mettere in discariche specializzate la cui scadenza è di circa dieci anni. L’attuale livello della raccolta differenziata in Trentino permette già – anche a prescindere dai possibili riutilizzi di parte del materiale di scarto – di avere un residuo equivalente non tossico. Non risolvendo affatto, dunque, il problema delle discariche, l’inceneritore emette numerose sostanze e nanoparticelle altamente nocive per l’ambiente, gli animali e l’uomo. Raccolta differenziata e inceneritore si escludono a vicenda. L’inceneritore favorisce la produzione di rifiuti (soprattutto plastica e carta) senza i quali smetterebbe di essere redditizio.
  2. Dellai, Andreatta e soci non sostengono la necessità dell’inceneritore per una sorta di chiusura ideologica impermeabile agli argomenti critici, ma per interesse. L’inceneritore è un grande affare, sia per chi lo costruisce sia per chi si arricchisce facendolo funzionare. Non a caso una quota di Dolomiti Energia è posseduta dalla AeM, che gestisce l’inceneritore di Brescia. UPT e PD sono a livello locale il comitato d’affari degli industriali inceneritoristi. Il balletto di opinioni è solo fumo negli occhi.
  3. L’opposizione di PDL e Lega all’inceneritore è opportunista e strumentale. Questi partiti hanno permesso agli inceneritori di pullulare in moltissimi comuni, province e regioni da loro amministrati. Non solo. Quando la popolazione campana, stremata da inquinamento e malattie, si è opposta alla costruzione di nuovi inceneritori e megadiscariche, questi partiti al governo hanno inviato le forze dell’ordine e persino l’esercito per reprimere le proteste. Offrire sponda politica a simili imbroglioni patentati è stupido e opportunista. Il centrosinistra, dal canto suo, è riuscito nell’impresa davvero notevole di permettere a PDL e Lega di presentarsi come paladini della salute della gente. Visto il populismo razzista delle camice verdi, ci mancava anche questa…
  4. La nostra fiducia nelle beghe e nelle contraddizioni di palazzo è pari a zero. Solo la mobilitazione dal basso può impedire in modo duraturo il progetto dell’inceneritore. Una mobilitazione che dimostri nei fatti che la salute e la dignità della gente valgono di più dei profitti di pochi. In questa mobilitazione, da costruire paese per paese con rapporti diretti e libere assemblee, noi saremo al nostro posto: davanti alle ruspe.
  5. Affermare che le alternative all’inceneritore esistono fin d’ora secondo noi non basta. Non si tratta solo di criticare un certo modo di gestire i rifiuti, ma di mettere in discussione l’intero sistema della produzione (e del consumo). Cosa, come, perché produrre: queste sono le domande non più eludibili. Non ci sono soluzioni tecniche a un problema sociale.
  6. Diciamo questo non per una sorta di massimalismo compiaciuto, ma perché l’attacco radicale alla terra e alla nostra autonomia di donne e di uomini non permette più palliativi né compromessi. Vogliamo parlare di TAV, di installazioni militari, di impianti di risalita, di OGM o, più semplicemente, di Monte Zaccon?

Cerchiamo di costruire già nelle lotte e nei rapporti che queste creano il mondo per cui ci battiamo.

Start: 19:00
End: 23:59

ASSEMBLEA TORINO SQUATTERS/CENA BELLAVITA @ BAROCCHIO SQUAT
Giovedì 29 Ottobre 2009
ORE 19:00 PUNTUALI
Assemblea Torino Squatters
Si discuterà delle varie iniziative,
dentro e fuori le case occupate.
A seguire
Cena Bellavita:
Senza Soldi
Senza Clienti
Nessuno ti verrà a servire.
Porta le bevande ed il cibo che vorrai cucinare nella nuovissima Cucina allargata del Barocchio Squat.

Strada del Barocchio, 27 Grugliasco - To

ad ovest di Torino, nei pressi di C.so Allamano.

se si arriva dal centro Città:

bus da Piazza Castello 55 & 56

Da Porta Nuova

Linea Tram 4 arrivati allo stadio Olimpico prendere il 17 o 17/

Da Porta Susa:

Linea Tram 10 direzione Stadio Olimpico

scendere alla fermata Sebastopoli-Stadio Olimpico e a destra su corso

Sebastopoli c’è la Fernmata

17 & 17/ direzione Rivoli, scendere alla Fermata dei vigili del Fuoco.

altri bus 44 da collegno

bus da Piazza Carducci: 17, 17 barr & 66

Da collegno e Grugliasco Centro Bus 44

Venerdì Ottobre 30, 2009
Start: 16:00
End: 19:00

30/10
presidio itinerante da P.Raibetta ( vicino Caricamento)
h 16.00

Scarica il manifesto

 

Start: 20:00
End: 23:59

Aperitivo contro gli sgomberi e contro le politiche securitarie antibivacco.

Venerdì 30, piazza vittorio, Torino dalle 20!

Organizza la squatter catering

Start: 21:00
End: 23:59

Venerdì 30 alle 21 all'isola pedonale del pigneto

Proiezione del video "DIVIDE ET IMPERA" sulle nuove politiche di controllo e repressione sui migranti dal pacchetto sicurezza agli accordi Italia-Libia

Start: 21:00
End: 23:59

CIÒ CHE CHIAMIAMO PROGRESSO
È QUESTA TEMPESTA
DAL NUCLEARE ALLE ENERGIE “RINNOVABILI” COME STRUMENTO DI PRODUZIONE DI MORTE, INQUINAMENTO E CONTROLLO SOCIALE.
SUI POSSIBILI MODI PER PORVI RIMEDIO

Cinque incontri per iniziare a discutere

GIOVEDÌ 8 OTTOBRE, ORE 21: proiezione del film-documentario “Biùtiful Cauntri”.
Allevatori che vedono morire le proprie pecore per la diossina. Contadini che coltivano terre inquinate dalle vicine discariche. Voci e immagini da una terra violata, consumata dall’alleanza fra un Nord operoso e senza scrupoli e le nuove forme della criminalità organizzata, raccontata con immagini inedite del traffico illecito dei rifiuti.

VENERDÌ 9 OTTOBRE, ORE 21: presentazione dell’opuscolo “Scarti di produzione. Cronache e riflessioni sulla devastazione di un territorio” e discussione con alcuni compagni da Napoli sull’emergenza rifiuti in Campania e le lotte sociali scaturite nel 2008.
È il sistema produttivo industriale la causa della situazione in cui versa il nostro pianeta e che ha reso i nostri territori delle enormi discariche. Viene chiesta maggiore energia per produrre tonnellate di oggetti inutili, fino a restare sommersi da rifiuti che non si sa più dove mettere.

VENERDÌ 16 OTTOBRE, ORE 21: presentazione dei testi della mostra “Una volta per tutte. Per il rilancio dell’opposizione al nucleare e al mondo che lo produce”.
Il nucleare è il frutto di quella Ragion di Stato che vede nella tutela dell’ambiente un intralcio all’industria, arrivando a dichiarare folli le preoccupazioni circa la salute del pianeta.
A SEGUIRE, proiezione del film-documentario “La messa delle cinque”, su una resistenza antinucleare in Francia.

VENERDÌ 23 OTTOBRE, ORE 21: presentazione del libro “Delta in rivolta. Pirateria e guerriglia contro le multinazionali del petrolio”.
La Nigeria affondata dallo sfruttamento selvaggio di compagnie petrolifere quali Shell, Agip e Chevron, tra devastazione ambientale e resistenze alle politiche neocoloniali. A SEGUIRE, proiezione del documentario “Delta oil’s dirty business”.

VENERDÌ 30 OTTOBRE, ORE 21: L’imbroglio delle energie alternative o rinnovabili. dibattito e diffusione di materiale contro-informativo.
A cosa e a chi serve produrre sempre maggiore energia? Non ci interessa trovare fonti con cui far funzionare giorno e notte le industrie e tenere accesi miliardi di elettrodomestici. Non ci interessa far funzionare una società come la nostra, capace di insanguinare il pianeta con le sue guerre o di fabbricare alimenti sempre più adulterati e manipolati.

CIRCOLO ANARCHICO, VIA MASSAGLIA 62/B LECCE
peggio2008@yahoo.it
www.guerrasociale.blogspot.com

NEL CORSO DI TUTTE LE SERATE,
A PARTIRE DALLE 20 ESPOSIZIONE
MOSTRA CONTRO IL NUCLEARE, DIFFUSIONE DI STAMPA
E BUFFET BENEFIT.

Start: 22:00
End: 23:59

Venerdì 30 ottobre dalle ore 22.00 presso Villa Vegan, via Litta Modignani 66,
Milano

Si terrà un concerto di raccolta fondi per sostenere le iniziative di Campagna
AIP.

Suoneranno:

DETROIT
KALASHNIKO
DILUVIO

A seguire dj set Drum&Bass

Come arrivare:
Bus 40-41 * FNM Affori/Quarto Oggiaro

Vi aspettiamo numerosi!

Sabato Ottobre 31, 2009
Start: 09:00

Ad un anno dalla scomparsa di Enrico vogliamo ricordarlo con gli amici e i compagni di sempre in maniera semplice e spontanea com'era il suo modo di essere e di rapportarsi agli altri.
Vi aspettiamo al covo con musica e vino...

...solo terra saremo, e forse alcuni fiori gialli.

SABATO 31 OTTOBRE

Ore 19.30: aperitivo al covo

Ore 21.00: cena e a seguire musica

Parte del ricavato della serata sarà destinato alla lapide per Enrico

Viva la libertà
C’è qualcuno che ha già pronto un piccone
E il suo simbolo abbatterà
Anche il muro della prigione

Start: 14:30
End: 23:59

SABATO 31 OTTOBRE

CORTEO PER LE VIE DI PARMA CONTRO L'EFSA

ore 14.30 presso la stazione dei treni

A SEGUIRE DISCUSSIONE PUBBLICA SUL RUOLO DI QUESTO ORGANO EUROPEO E SULLE PROSPETTIVE DI LOTTA AGLI OGM

Start: 15:00
End: 18:00

Leggi razziali, torture, governo autoritario, paura diffusa

IN ITALIA CI SONO I CAMPI DI CONCENTRAMENTO.
NON POSSIAMO PIU TACERE!

L'estate 2009 non passerà alla storia solo per le prostitute d'alto borgo ingaggiate dal Presidente del Consiglio e le vincite milionarie al Superenalotto. Nonostante siano stati questi gli argomenti più caldi della torrida estate di cronaca italiana, vogliamo ricordarvene un altro, non altrettanto discusso ma ben più preoccupante: l'entrata in vigore, il 12 luglio, dell'ennesimo pacchetto sicurezza, targato Maroni&Co..
Così, nell'indifferenza di tutti, lo Stato aggiungeva un altro tassello al suo piano autoritario: medici e presidi spia, ronde ed esercito nelle città, reato di clandestinità, tutti espedienti per rendere la vita più difficile ai migranti.
La storia si ripete e la strategia di chi comanda è sempre la stessa: mettere uno contro l'altro chi soffre a causa degli stessi problemi materiali, e poco importa se il migrante diventerà il capro espiatorio, colpevole della nostra insicurezza.

Nel mese di agosto qualcuno ha deciso di rompere la routine che ci vuole obbedienti e tranquilli: l'hanno fatto i migranti detenuti nei c.i.e (ex c.p.t.) di tutt'Italia, dando vita ad una serie di rivolte.

Ma facciamo un paio di passi indietro. Cosa sono questi c.i.e?
I Centri d'identificazione ed espulsione non sono altro che dei moderni lager: gli “ospiti” (che noi preferiamo chiamare con il loro nome: prigionieri) vengono rinchiusi, come accadeva sessant'anni fa, a causa di una legge reazziale. La loro colpa è di essere semplicemente uomini e donne senza le “carte in regola”.
I c.i.e sono strutture detentive che spesso versano in pessime condizioni igienico sanitarie e il trattamento che i carcerieri riservano ai reclusi è dei più spregievoli. La gestione è affidata alla polizia e alla Croce Rossa, la quale, teoricamente, dovrebbe tutelare la salute e l’integrità fisica dei detenuti, ma in realtà tace di fronte alle violenze e alle torture di cui è testimone, rendendosene così gravememente complice.  Sono tanti infatti i tentativi di fuga, gli scioperi della fame e della sete, gli episodi di autolesionismo e addirittura i suicidi, attuati per scampare alle violenze ed alle torture inflitte arbitrariamente.

Anche Milano è stata scenario di numerose proteste.
Nel C.i.e. di via Corelli il 13 agosto, dopo sei giorni di sciopero della fame e della sete, è infatti scoppiata una rivolta contro l'ormai applicato prolungamento della detenzione da 2 a 6 mesi. La polizia in assetto antisommossa e i militari hanno represso nel sangue la protesta, senza esitare a picchiare con caschi e manganelli persone inermi che si opponevano GIUSTAMENTE ai continui soprusi.
Come se non bastassero le manganellate a chi lotta contro una legge infame e razzista, sono stati arresati 14 rivoltosi/e (5 donne e 4 uomini), accusati di danneggiamento causato da incendio, violenza e resistenza.

In fretta e furia è cominciato il loro processo, che dalla prima udienza ha subito evidenziato il diffuso clima repressivo. Dopo alcune manifestazioni di solidarietà per gli imputati, le udienze successive sono state vietate al pubblico, fino ad arrivare alla chiusura dell'intero tribunale di Milano, fatto senza precedenti. Mertedì 13 ottobre è stata infine emessa la sentenza: un'assoluzione e 13 condanne da 6 a 9 mesi, pena senza dubbio inferiore a quella richiesta dal PM, ma comunque inaccetabile.
Di tutto questo i media non parlano! É quindi nostra responsabilità diffondere la notizia perchè queste atrocità non possono continuare indisturbate nell'indifferenza generale.

IL NOSTRO DOVERE E’ OPPORSI CON OGNI MEZZO A QUESTI CRIMINI DISUMANI E RAZZISTI! 
CHI RESTA INDIFFERENTE E’ COMPLICE!

Informati e aggiornati sul sito www.autistici.org/macerie

Rilanciamo la solidarietà a tutti i migranti, contro il pacchetto sicurezza!
PRESIDIO AL PARCHETTO DI VIA LEONI
SABATO 31 OTTOBRE dalle h. 15.00
Gruppo Politico Territoriale
per ricevere informazioni e i nostri comunicati scrivi a :gptcomo@live.it

Start: 16:30
End: 19:30

SABATO 31 OTTOBRE 2009

ore 16.30

PRESIDIO INFORMATIVO e MOSTRA CONTRO IL NUCLEARE

Piazza Osanna (angolo con via Duca degli Abruzzi)

NARDÒ (Lecce)

Il ritorno all’energia atomica in Italia sembra oramai una tragica realtà in via di realizzazione, voluta dal governo e dalle lobby industriali per appagare la loro inestinguibile sete energetica.

Start: 18:16

Serata benefit "selva" piu info sul gruppo : selvatica.noblogs.org

dalle 22.00

O.P.O crew - hip hop da Bellinzona

Tryste Mc - hip hop da Chiasso

il Signor K - hip hop da Bergamo

dopo i concerti festa trash per tutta la notte

presso il centro sociale il molino - via cassarate - Lugano

entrata 3 euro

Domenica Novembre 1, 2009
(all day)
Start: 31/10/2009 - 14:30
End: 31/10/2009 - 23:59

SABATO 31 OTTOBRE

CORTEO PER LE VIE DI PARMA CONTRO L'EFSA

ore 14.30 presso la stazione dei treni

A SEGUIRE DISCUSSIONE PUBBLICA SUL RUOLO DI QUESTO ORGANO EUROPEO E SULLE PROSPETTIVE DI LOTTA AGLI OGM

End: 23:59
Start: 31/10/2009 - 23:59
End: 01/11/2009 - 23:59

INCONTRO CONTRO LA SOCIETA’ CARCERARIA

31 Ottobre – 1 Novembre 2009

Cowley Club, 12 London Road,
Brighton, UK

2 Giorni di dibattiti e presentazioni sulla lotta per la liberazione dentro e fuori le mura della prigione.

- Lotta anti-carceraria in Europa – Campagna Contro il lavoro-schiavitu’ dentro le carceri – Anti-psichiatria – La Fortezza Europa – Combattere la prigione aperta

Start: 14:30
End: 18:00

Sabato 7 novembre

ore 14,30

piazza Duomo

Trento

Start: 19:00
End: 23:30

DOM 01/11

ore 19.00

aperitivo musicale

brindisi di compleanno

cena sociale

performance teatrale animalista

"LA CANTANTE DI LISCIO"

Raquana Band

Per tutto il mese in esposizione: mostra di A. Ancarani

Spazio libertario "Sole&Baleno" Sobborgo Valzania n.27 - 47521 CESENA (FC)

20 secondi a piedi uscendo da porta Santi

spazio.solebaleno@bruttocarattere.org spazio-solebaleno@bruttocarattere.it

Lunedì Novembre 2, 2009
(all day)
Start: 31/10/2009 - 14:30
End: 31/10/2009 - 23:59

SABATO 31 OTTOBRE

CORTEO PER LE VIE DI PARMA CONTRO L'EFSA

ore 14.30 presso la stazione dei treni

A SEGUIRE DISCUSSIONE PUBBLICA SUL RUOLO DI QUESTO ORGANO EUROPEO E SULLE PROSPETTIVE DI LOTTA AGLI OGM

Martedì Novembre 3, 2009
(all day)
Start: 31/10/2009 - 14:30
End: 31/10/2009 - 23:59

SABATO 31 OTTOBRE

CORTEO PER LE VIE DI PARMA CONTRO L'EFSA

ore 14.30 presso la stazione dei treni

A SEGUIRE DISCUSSIONE PUBBLICA SUL RUOLO DI QUESTO ORGANO EUROPEO E SULLE PROSPETTIVE DI LOTTA AGLI OGM

Start: 17:00
End: 20:00

Mercoledì Novembre 4, 2009
(all day)
Start: 31/10/2009 - 14:30
End: 31/10/2009 - 23:59

SABATO 31 OTTOBRE

CORTEO PER LE VIE DI PARMA CONTRO L'EFSA

ore 14.30 presso la stazione dei treni

A SEGUIRE DISCUSSIONE PUBBLICA SUL RUOLO DI QUESTO ORGANO EUROPEO E SULLE PROSPETTIVE DI LOTTA AGLI OGM

Start: 19:00
End: 23:59

la caserma è la stalla del gregge patriottico. esce di lì un bestiame che è pronto a formare il gregge elettorale. (A. Libertad)

mercoledì 4 novembre dalle ore 19.00

proiezione del film: 1941: allarme ad hollywood

a seguire cena di autofinanziamento

presso lo Spazio anarchico 76(A)

via ventaglieri - montesanto - napoli (vicino la fermata metro)

Giovedì Novembre 5, 2009
(all day)
Start: 31/10/2009 - 14:30
End: 31/10/2009 - 23:59

SABATO 31 OTTOBRE

CORTEO PER LE VIE DI PARMA CONTRO L'EFSA

ore 14.30 presso la stazione dei treni

A SEGUIRE DISCUSSIONE PUBBLICA SUL RUOLO DI QUESTO ORGANO EUROPEO E SULLE PROSPETTIVE DI LOTTA AGLI OGM

Start: 10:00
End: 23:59

La mattina ci saranno due presidi ad ascoli piceno:

il primo dalle 10 alle 11.30 davanti marella in via trivio 24

il seondo davanti max&co in via del trivio 53. a seguire ciò che è annunciato
nel volantino!

Start: 17:00
End: 23:59

GIOVEDì 5 NOVEMBRE GIORNATA ANTIVIVISEZIONISTA

c.s.a. LAZZARETTO

Start: 21:00
End: 23:59

giovedì 5 novembre 2009 - ore 21 - ASSEMBLEA PUBBLICA
in solidarietà con i 10 compagni condannati per i fatti del G8 di Genova
(sarà presente l'avvocato Mirko Mazzali del collegio di difesa)

presso il KINESIS autogestito
via Carducci 3 TRADATE - tel/fax 0331 811 662 – kinesis.tradate@gmail.com

G8 GENOVA 2001: MA QUALE GIUSTIZIA? MA QUALE VERITÀ?

Il 9 ottobre scorso è stata emessa la sentenza al processo d'appello a
carico di 25 manifestanti accusati di devastazione e saccheggio
durante le manifestazioni contro il G8 di Genova del 2001, in cui
migliaia di persone presero di mira i simboli del capitalismo, come le
banche, e si difesero con determinazione dalle brutali cariche delle
forze di polizia.

Condannate con pene molto pesanti (pene aumentate rispetto al processo
di primo grado, fino a 15 anni di reclusione, per complessivi 98 anni
e sei mesi di reclusione) dieci persone accusate di reati contro le
cose, e non di omicidio.

Tale sentenza ribadisce una verità fondamentale della società
capitalista: la vetrina di una banca vale più di una vita umana.

La giustizia di Stato a cui molti (ingenui, illusi o in malafede) si
sono appellati per chiedere verità sui fatti di Genova è la stessa che
ha assolto i vertici della polizia che avevano ordinato la mattanza
dei manifestanti nelle strade, il massacro della scuola Diaz, le
torture di Bolzaneto, e che ha condannato a pene lievi (che non
sconteranno) alcuni degli esecutori materiali di quegli ordini; quella
stessa giustizia che ha definito “legittima difesa” l'esecuzione di
Carlo Giuliani.

E non poteva essere altrimenti. Non c'è nulla da meravigliarsi o da
scandalizzarsi. Lo Stato non punisce mai i suoi fedeli servitori, anzi
li promuove (come è successo a molti dei responsabili della feroce
repressione al G8 di Genova).

Nonostante le stragi di Stato, gli omicidi nelle strade e nelle
carceri (ricordiamo in questi ultimi anni, oltre a Carlo Giuliani,
Federico Aldrovandi, Marcello Lonzi, Aldo Bianzino e tanti altri), la
repressione violenta dei movimenti popolari in difesa della salute e
dell'ambiente (ad esempio in Val Susa e in Campania), ancora molti fra
gli sfruttati e gli oppressi delegano alla magistratura e alle
istituzioni democratiche la difesa dei propri interessi e della
libertà.

Ma lo Stato democratico, con le sue istituzioni e i suoi apparati, non
ha altra funzione che difendere gli interessi e la libertà delle
classi dominanti proprietarie dei mezzi di produzione e di
riproduzione (finanza, mass-media, nuove tecnologie, grande
distribuzione) attraverso l'uso monopolistico della violenza contro
chiunque osi alzare la testa o dia comunque fastidio per la sua sola
esistenza (oggi gli immigrati o gli anarchici, domani i lavoratori
licenziati o precari o le popolazioni che si opporranno alle nuove
centrali nucleari).

E noi che facciamo? Aspettiamo che la magistratura fermi la
costruzione delle “grandi opere” nocive, che chiuda i lager per
immigrati (C.I.E.), che condanni i responsabili delle morti sul lavoro
o i criminali delle guerre “umanitarie”?

Noi non abbiamo magistrati per cui tifare né vogliamo galere per nessuno.
LA LIBERTÀ NON SI SENTENZIA, SI CONQUISTA!

giovedì 5 novembre 2009 - ore 21
ASSEMBLEA PUBBLICA
in solidarietà con i 10 compagni condannati per i fatti del G8 di Genova
(sarà presente l'avvocato Mirko Mazzali del collegio di difesa)

presso il KINESIS autogestito
via Carducci 3 TRADATE - tel/fax 0331 811 662 – kinesis.tradate@gmail.com

Venerdì Novembre 6, 2009
(all day)
Start: 31/10/2009 - 14:30
End: 31/10/2009 - 23:59

SABATO 31 OTTOBRE

CORTEO PER LE VIE DI PARMA CONTRO L'EFSA

ore 14.30 presso la stazione dei treni

A SEGUIRE DISCUSSIONE PUBBLICA SUL RUOLO DI QUESTO ORGANO EUROPEO E SULLE PROSPETTIVE DI LOTTA AGLI OGM

Start: 19:00
End: 23:58

Si ponga dunque fine all'estenuante attesa!
Squillino le trombe e annuncino in un tripudio di garrule note il lieto evento!
Si destino dal loro mesto sonno autunnale le sfavillanti amenità floreali che adornano le aiuole polite e ben campite dell'industriosa metropoli meneghina!
Mettano a soqquadro piazze e cortili i bimbi dagli occhi belli, sfuggendo impertinenti agli aghi di arcigne siringhe sature di isterici vaccini!
E finalmente ripongano mitemente il dito medio - già alzato o pronto all'uso - i probi cittadini, d'improvviso mutati in orde di zuzzurelloni gaiamente solidali!
Sia dunque a tutti palesato: è uscito un nuovo innumerabil numero di  "nonostante milano"
che verrà ludicamente presentato e diffuso generosamente
con un pantagruelico APERITIVO.
Quando? Venerdì 6 novembre 2009 dalle ore 19.
Dove? Al "posto",
via Bramantino angolo via De Predis - Milano.

(bus/tram 1/12/90/91 stazione Milano Villa Pizzone)

Start: 20:00
End: 23:59

venerdì 6 novembre 2009
ore 20
serata contro la repressione
Cena Benefit Marcello Lonzi
a seguire proiezione film S'era tutti sovversivi
Circo Anarchico Fiorentino
Via dei Conciatori, 2R
Firenze

Start: 23:59
Start: 06/11/2009 - 23:59
End: 07/11/2009 - 23:59

Sabato Novembre 7, 2009
(all day)
Start: 31/10/2009 - 14:30
End: 31/10/2009 - 23:59

SABATO 31 OTTOBRE

CORTEO PER LE VIE DI PARMA CONTRO L'EFSA

ore 14.30 presso la stazione dei treni

A SEGUIRE DISCUSSIONE PUBBLICA SUL RUOLO DI QUESTO ORGANO EUROPEO E SULLE PROSPETTIVE DI LOTTA AGLI OGM

End: 23:59
Start: 06/11/2009 - 23:59
End: 07/11/2009 - 23:59

Start: 11:00
End: 18:00

Torino
sabato Sette Novembre 2009

ore 11 del mattino

Assemblea aperta a tutti i frequentatori
dei Centri Sociali e degli Squat torinesi.
Sembra che a Torino vogliano sgomberare
tutti gli spazi occupati.
Ne discuteremo presso l'Asilosquat .

A seguire dalle ore 13:00 partenza dal Balon - solito posto, via BorgoDora, di fronte la panetteria
per un primo corteo
in risposta contro gli sgomberatori Chiamparino e Compagnia Brutta -di destra e della finta sinistra-

Nei prossimi giorni ci sarà molto da divertirsi

Allora sabato dalle 10 del mattino
presso

Start: 16:00
End: 23:59

Sabato 7 novembre

Dalle 16.00:
- presentazione del progetto
-aperitivo inaugurale
-canti popolari con i contrabbanda(Pisa)

Domenica 8 novembre

Dalle 16.00:
-prima assemblea aperta di autogestione

Dalle 21.00:
-cineforum

Spazio culturalelibertario "29 luglio"
via giuspeppe rocca 22 Carpi(Mo)

Start: 16:00
End: 20:00
A BARI c'è un LAGER:
il Centro Identificazione ed Espulsione di Bari-Palese

SABATO 7 NOVEMBRE  DALLE 16 ALLE 20
PRESIDIO SOTTO IL CIE DI BARI PALESE
in viale europa
IN SOLIDARIETA’ AI MIGRANTI RINCHIUSI
INFO-APERITIVO SOLIDALE
CONTRO
·    LA RECLUSIONE DEGLI STRANIERI SENZA DOCUMENTI
·    IL PACCHETTO SICUREZZZA (l’ennesima legge razzista e repressiva)
In allegato ci sta un volantino che è girato sti giorni.
Informazioni sulla situazione nel CIE di Bari:
FATE GIRARE DAPPERTUTTO,
INCLUSI SOCIAL NETWORK e AMENITà DEL GENERE.
NON LASCIAMI I MIGRANTI RECLUSI DA SOLI!!!


COME ARRIVARE AL CPT DI BARI PALESE
DA BARI - BUS n. 53 (chiedere di viale europa altezza palazzo della finanza
- dalla stazione di Bari – extramurale Capruzzi: Procedi in direzione ovest da Via Giuseppe Capruzzi verso Via Gaetano Devitofrancesco. Prosegui su Via Michele Cifarelli. Prosegui su Strada San Giorgio Martire. Alla rotonda, prendi l'uscita 1a e rimani su Strada San Giorgio Martire. Svolta leggermente a destra in Strada Glomerelli. Svolta a destra in Via Bruno Buozzi/SS96. Svolta a sinistra in Viale Europa. Prosegui su Variante alla Strada Provinciale per l'Aeroporto. Prosegui su SP73/Viale Europa (seguire indicazionei per comando guardia di finanza). Prosegui dritto per rimanere su SP73/Viale Europa. Svolta a destra in Viale Europa. Prosegui per Viale Europa per 1,8 km. Svolta a destra nella strada chiusa che costeggia il palazzo della finanza.
DA FUORI BARI - SS. 16 - uscita aereoporto di palese, costeggiale l’aereoporto militare. alla rotonda (accanto al benzinaio) proseguite diritto e sarete obbligati a girare a sinistra. Alla vostra sinistra si erge la scuola dei finanzieri. Costeggiate la struttura fino ad una strada che svolta a sinistra, sempre circondando la struttura. Lo vedete il carcere in fondo? Siete arrivati.

Start: 16:30
End: 21:02

Sabato 7 novembre presentazione del libro "Delta in rivolta- pirateria e guerriglia contro le multinazionali del petrolio in Nigeria"

Aperitivo più buffet- ritrovo sconfinati ore 16,30-17,00 presso lo spazio di documentazione Lo Sconfino, via Rossini 45, Ivrea.

Start: 17:15
End: 21:15

CONTRO GLI SGOMBERI DEGLI SPAZI AUTOGESTITI E CONTRO I FASCISTI NELLE CITTà.

SABATO 7 NOVEMBRE, P.ZA COSTITUZIONE, CAGLIARI, ORE 17.30

Scarica il manifesto

Start: 19:00
End: 23:59

“CHI FA LA GUERRA NON VA LASCIATO IN PACE!” + cena benefit

Sabato 7 novembre 2009 presso il Laboratorio Anarchico PerlaNera di
Alessandria
verrà presentato l’opuscolo antimilitarista “Chi fa la guerra non va lasciato
in pace!”.
L’opuscolo redatto ed autoprodotto dalla Rete Antimilitarista Anarchica, di
cui il L.A.
PerlaNera fa parte, raccoglie materiale di analisi ed esperienze che parlano
di ANTIMILITARISMO in un’accezione fortemente libertaria. Infatti lo scritto
ne ripercorre brevemente i cenni storici, le origini, passando poi ad analisi
più attuali,
per esempio leggendo il legame che intercorre fra militarismo e razzismo, o
agli innumerevoli sviluppi e nuove forme che il militarismo sa darsi nel mondo
attuale,
per poi proseguire con due approfondimenti specifici: il primo sulla
militarizzazione
territoriale annosa e scandalosa della Sardegna; l’altro su un pessimo
tentativo, in alcune
scuole di Lecco, di far passare i militari stessi come promulgatori di pace
con incontri e
dibattiti con gli studenti.
Poiché le nostre vite sono quotidianamente bombardate da un livello di
militarizzazione
sempre più crescente, soprattutto nelle città, ma più in generale in un clima
in cui si registra una forte ripresa del militarismo in tutte le sue accezioni
con le spese militari in
forte crescita, gli investimenti delle banche nel commercio di armi, le
aziende italiane produttrici di armi, l’esercito italiano impiegato in
operazioni di pubblica sicurezza:
sono l’aspetto lampante di una società ed un’economia pervasa da una cultura
autoritaria
e militarista.
Ed è proprio contro queste logiche inumane ed assassine che è nata e si muove
la Rete Antimilitarista Anarchica, aperta a tutti quelli che si ritrovano sui
contenuti e sulle pratiche libertarie per presentare interventi, riflessioni,
iniziative e mobilitazioni, per costruire relazioni anche internazionali e
porre le basi per una nuova stagione di lotta antimilitarista nelle scuole, nei
luoghi di lavoro e nelle piazze per sensibilizzare su questi temi tutti i
cittadini che subiscono il militarismo in tutte le sue forme.
Il presente opuscolo, e quelli che seguiranno, sono quindi strumenti di
lavoro, di lotta e di contro-informazione atti a creare un terreno fertile alla
diffusione
di una contro-cultura che si opponga fermamente all'autoritarismo ed alla sua
emanazione più nefasta e brutale, cioè la concezione stessa della guerra.

Sommario dell'opuscolo:
• Cosa significa antimilitarismo anarchico
• Cenni storici
• Manifesto dell'antimilitarismo anarchico
• Antinterventismo e diserzione
• Le donne e l'antimilitarismo
• La guerra in casa
• La pace si fa a scuola
• L'occupazione militare in Sardegna
• F35, nuovi strumenti ai killer di stato
• Il campeggio contro la base di Mattarello
• Gli anarchici contro il muro
• Le basi USA in Italia
• Epilogo
• Le potenze si preparano alla guerra

A seguire cena benefit.
Ore 19,00: Aperitivo e presentazione opuscolo antimilitarista

Ore 20,00: Cena benefit per finanziamento attività, prezzo proposto euro 15,
gradita prenotazione.

MENU':
• Salatini
• Tagliatelle al cioccolato fatte in casa
• Coniglio al cacao
• Anello di verdure con salsa affumicata
• Torta sacher

Sabato 7 novembre 2009 a partire dalle ore 19,00 al Laboratorio Anarchico
PerlaNera, via Tiziano 2 (interno parcheggio stazione F.S. - in fondo a destra)
- Alessandria.
Per eventuali contatti e/o prenotazioni, indirizzo e-mail: lab.perlanera@libero.it
oppure telefonare al numero 3474025324.

Start: 19:00
End: 23:59

ROME BURNS AGAIN

Sabato 7 novembre 09

Torre Maura Occupata
Via delle Averle 10
Bus 105 – 556 – 312 Trenino Roma Giardinetti

Concerto con

INFAMIA necro-punx Modena

OLIMPALUS crust dalla palude Latina

FECCIA HC brutti zozzi e risicati Roma

NOWHITERAG diy punk hc Mutina

Cena Vegan – Birreria – Distro Anarchica – Demasterizzazione
Selvaggia – Gran Bazar Der Raccatto

BENEFIT PRO–LIGHT!!!!

Scarica il flyer

Start: 19:30
End: 21:30

Sabato 7 novembre
ore 19,30 presentazione di eserciti nelle strade
Alcune questioni attorno al rapporto Nato “Urban operations in the year 2020” - a cura della di “Nonostante Milano”-

Presentazione spostata alla nuova Occupazione, LoStile Occupato, in corso vercelli angolo via pinerolo.

Ma cosa ci staranno mai a fare tutti questi soldati per le strade di Torino, manganelli in mano e occhio da pesce lesso?
Se qualcuno ancora pensasse a una trovata pubblicitaria di un governo che ci tiene ad apparire forte o delle manie militariste di un paio di ministri, farebbe bene a leggersi il rapporto della Nato «Urban Operations in the Year 2020». Dove si apprende che, secondo le previsioni degli strateghi del dominio, il fronte della guerre future passerà proprio di qui, per le strade di città sempre più invivibili, scosse da tensioni sociali, etniche e religiose di portata ormai non troppo inimmaginabile. Una Jugoslavia dietro l’angolo, già domani.
Gli alpini a spasso per San Salvario, o Porta Palazzo, o borgo Aurora, non sono altro che un tassello di un disegno più grande, una fase di addestramento delle truppe alla città, e allo stesso tempo della città alle truppe. Dietro il fuoco di copertura delle menzogne dei politici, i militari scoprono dunque le loro carte. Nessuno potrà dire di non essere stato avvisato.
Sabato 7 novembre
ore 19,30 presentazione di
Eserciti nelle strade
Alcune questioni attorno al rapporto Nato “Urban operations in the year 2020”

- a cura di “Nonostante Milano” -

Domenica Novembre 8, 2009
(all day)
Start: 31/10/2009 - 14:30
End: 31/10/2009 - 23:59

SABATO 31 OTTOBRE

CORTEO PER LE VIE DI PARMA CONTRO L'EFSA

ore 14.30 presso la stazione dei treni

A SEGUIRE DISCUSSIONE PUBBLICA SUL RUOLO DI QUESTO ORGANO EUROPEO E SULLE PROSPETTIVE DI LOTTA AGLI OGM

Start: 15:30
End: 19:00

Continuano le proteste davanti ai negozi del MaxMara fashion group a Milano,
chi lucra sulla pelle di migliaia di animali facendo finta di avere la
coscienza a posto merita una pressione costante affinchè desista in questi
sporchi affari.

Partecipa attivamente alle proteste, non sottovalutare quanto può essere
importante per gli animali detenuti negli allevamenti ad avere qualcuno che da
loro voce denunciando il loro sfruttamento pubblicamente!

DOMENICA 8 NOVEMBRE

ORE 15.30/17.00 Protesta davanti al punto vendita Max&Co, Via Dante, Milano

ORE 17.30/19.00 Protesta davanti al punto vendita Max Mara, Via Vittorio
Emanuele, Milano

Vi aspettiamo numerosi!

Campagna AIP

Start: 16:00
End: 19:00

Presidio sotto le mura del carcere a partire dalle 16.00.
Per prendere contatto con i detenuti ed estendere la solidarietà.

 

 

Start: 22:00
End: 23:59

rischia pure tu! sostieni le occupazioni!
e quando tagliano la corrente...

lume di candela, gioco d'azzardo, e liquori autoprodotti

l'amaro polimorfico presenta: bisca clandestina alla Riottosa.

domenica 8 novembre dalle 23.
alle 22. il cartone del proibizionismo, Betty Boop anni 1937/39

allegato manifestino
info: lariottosa@insiberia.net

Lunedì Novembre 9, 2009
(all day)
Start: 31/10/2009 - 14:30
End: 31/10/2009 - 23:59

SABATO 31 OTTOBRE

CORTEO PER LE VIE DI PARMA CONTRO L'EFSA

ore 14.30 presso la stazione dei treni

A SEGUIRE DISCUSSIONE PUBBLICA SUL RUOLO DI QUESTO ORGANO EUROPEO E SULLE PROSPETTIVE DI LOTTA AGLI OGM

Martedì Novembre 10, 2009
(all day)
Start: 31/10/2009 - 14:30
End: 31/10/2009 - 23:59

SABATO 31 OTTOBRE

CORTEO PER LE VIE DI PARMA CONTRO L'EFSA

ore 14.30 presso la stazione dei treni

A SEGUIRE DISCUSSIONE PUBBLICA SUL RUOLO DI QUESTO ORGANO EUROPEO E SULLE PROSPETTIVE DI LOTTA AGLI OGM

Start: 19:30
End: 23:59

L'appuntamento benefit inguaiati con la legge, presso lo Chez Osvaldin, nei locali occupati di Via Alessandria 12 si sposta in quel dell'Ostile Occupato, in corso Vercelli angolo via Pinerolo.

Dalle 19.30 accorrete numerosi!

Mercoledì Novembre 11, 2009
(all day)
Start: 31/10/2009 - 14:30
End: 31/10/2009 - 23:59

SABATO 31 OTTOBRE

CORTEO PER LE VIE DI PARMA CONTRO L'EFSA

ore 14.30 presso la stazione dei treni

A SEGUIRE DISCUSSIONE PUBBLICA SUL RUOLO DI QUESTO ORGANO EUROPEO E SULLE PROSPETTIVE DI LOTTA AGLI OGM

Start: 17:00
End: 20:00

proiezione del video sulle nuove politiche di controllo e repressione dei/lle migranti

+ discussione e condivisione di pratiche ed esperienze di lotta contro i C.I.E.

presente un INFOPOINT e una mostra contro i Centri di detenzione per migranti

Aula_C
SCIENZE POLITICHE, Strada Maggiore - 45
[ B O L O G N A ]

Start: 19:30
End: 23:59

Dalle 19.30 aperitivo bellavita a cura del Metzcal Squat (che si sposta all'Ostile occupato in solidarietà), porta quello che vorresti trovare, bellavita è condivisione

Dalle 21 riunione di gestione aperta a tutti gli interessati.

L'Ostile Occupato lo puoi trovare in via Pinerolo angolo corso Vercelli

Start: 21:00
End: 23:59

Il concerto di stasera in Villa è stato annullato per forfait di alcune delle band che dovevano suonare.
Ci spiace. A presto con altre iniziative ed eventi.
Bye bye

MERCOLEDI 11 NOVEMBRE 2009
ore 21 cena vegan - ore 22.30 concerto con:

ATTACK OF THE MAD AXEMAN - animal grind dalla Germania
GOOD TIMES WITH WEAPONS - hardcore da Varese
THE INFARTO SCHEISSE! - hardcore da Bergamo
PING PONG KOREA ATTACK - powerviolence da Bergamo

Villa Vegan occupata, via Litta Modignani 66 - Milano
bus 40-41 - Ferrovie Nord Affori / Quarto Oggiaro
veganvilla@yahoo.it

Giovedì Novembre 12, 2009
(all day)
Start: 31/10/2009 - 14:30
End: 31/10/2009 - 23:59

SABATO 31 OTTOBRE

CORTEO PER LE VIE DI PARMA CONTRO L'EFSA

ore 14.30 presso la stazione dei treni

A SEGUIRE DISCUSSIONE PUBBLICA SUL RUOLO DI QUESTO ORGANO EUROPEO E SULLE PROSPETTIVE DI LOTTA AGLI OGM

Start: 12:30
End: 16:30

Pranzo Benefit per i compagni ferraresi colpiti dalla repressione
§ porta ciò che vuoi - condividi ciò che ti piace - ne cuochi ne camerieri §

* boicotta la mensa universitaria - complice dei C.I.E. *

A u l a _ C
SCIENZE POLITICHE - Strada Maggiore, 45 [B O L O G N A]

Start: 19:00
End: 22:59

Presentazione del libro "Delta in rivolta" sugli insorti del Delta del Niger

Aperitivo, presentazione e proiezione alle ore 19 presso la libreria 451

Via Santa Giulia 40/a - zona Vanchiglia, Torino

Start: 19:30
End: 23:59

Ritorna la Piola! Socialità, freccette, calcetto, ping pong e carte!

Dalle 19.30 si incomincia!

Presso L'Ostile Occupato, corso vercelli angolo via pinerolo

Scarica il programma delle iniziative

Venerdì Novembre 13, 2009
(all day)
Start: 31/10/2009 - 14:30
End: 31/10/2009 - 23:59

SABATO 31 OTTOBRE

CORTEO PER LE VIE DI PARMA CONTRO L'EFSA

ore 14.30 presso la stazione dei treni

A SEGUIRE DISCUSSIONE PUBBLICA SUL RUOLO DI QUESTO ORGANO EUROPEO E SULLE PROSPETTIVE DI LOTTA AGLI OGM

Start: 17:00
End: 21:00

 

PRESENTAZIONE DELLA MOSTRA, DISCUSSIONE E NUOVE PROPOSTE, A SEGUIRE APERITIVO

Venerdì 13 novembre 2009; ritrovo sconfinati ore 17:00

Spazio di documentazione LO SCONFINO,

Sabato Novembre 14, 2009
(all day)
Start: 31/10/2009 - 14:30
End: 31/10/2009 - 23:59

SABATO 31 OTTOBRE

CORTEO PER LE VIE DI PARMA CONTRO L'EFSA

ore 14.30 presso la stazione dei treni

A SEGUIRE DISCUSSIONE PUBBLICA SUL RUOLO DI QUESTO ORGANO EUROPEO E SULLE PROSPETTIVE DI LOTTA AGLI OGM

Start: 14:00
End: 19:00

Sabato 14 novembre dalle ore 14: Presidio sotto S.Vittore dove, lo ricordiamo, oltre ai quattro neo-arrestati sono detenuti ancora gli/le 11 immigrati/e per la rivolta di agosto.

Martedì 17 novembre dalle ore 9: presenza pubblica al processo (aula I direttissime, ingr. via S.Barnaba).

Facciamo girare e costruiamo la più ampia partecipazione possibile. Ne va della loro libertà

Start: 17:00
End: 22:59

Pordenone - No Border Day

Contro i cie (prigioni per immigrati senza permesso di soggiorno), Contro il Pacchetto Sicurezza, il reato di cladestinità, Contro le ronde verdi, nere e militari

PER LA LIBERA CIRCOLAZIONE DELLE PERSONE, PER LA SOLIDARIETA' FRA LE GENTI, PER UN MONDO SENZA MURI NE' FRONTIERE E LIBERO DA OGNI FONDAMENTALISMO DI CHIESE, IDEOLOGIE E STATI

Pordenone - Piazza Cavour - Ore 17.00

proiezioni Audio/Video - microfono aperto - performance/installazione "abbattere le frontiere" - materiale informativo - sound system

Coordinamento Libertario Regionale

Domenica Novembre 15, 2009
(all day)
Start: 31/10/2009 - 14:30
End: 31/10/2009 - 23:59

SABATO 31 OTTOBRE

CORTEO PER LE VIE DI PARMA CONTRO L'EFSA

ore 14.30 presso la stazione dei treni

A SEGUIRE DISCUSSIONE PUBBLICA SUL RUOLO DI QUESTO ORGANO EUROPEO E SULLE PROSPETTIVE DI LOTTA AGLI OGM

Start: 10:00
End: 13:00

Presidio contro i C.I.E (Centri di Identificazione ed Espulsione, ex-CPT) e il Pacchetto Sicurezza
Un’Europa di muri e di gabbie.
Muri per fermare profughi e migranti, gabbie per rinchiuderli.
È tempo di rompere il silenzio
Se non ora, quando? Se non io, chi?

Una giornata d’azione coordinata per dare una risposta contro le nuove norme razziali, le mistificazioni securitarie e la militarizzazione dei territori.

Per la creazione di una rete solidale, capace di opporsi alla guerra tra poveri che, dall’alto, si cerca di costruire.

DOMENICA 15 NOVEMBRE
DALLE ORE 10 PIAZZALE MATTEOTTI PARMA

Il Day of Action è indetto dall’IFA - l’Internazionale di Federazioni Anarchiche

Start: 18:00
End: 21:00

terza domenica di ogni mese
presidio sotto al Cie di corso brunelleschi, dalle 18.00 in poi

Start: 19:00
End: 23:59

Domenica 15 Novembre
ore 19, piazzetta Vari, Benevento

APERITIVO MUSICALE

(dj (A)punx, il peggio della disco '60/'70/'80)

TUTTO IL RICAVATO SERVE A FINANZIARE L'ATTIVITA' POLITICA DEL COLLETIVO
STUDENTESCO "AGITAZIONE"

*in caso di pioggia si danza con l'ombrello!

in allegato il flyer

Start: 20:00

DOM 15/11 - ore20.00

cena sociale

presentazione libro e incontro con l'autore "EVASIONI E RIVOLTE" di E.Quadrelli

dibattito: razzismo dilagante e lager di Stato

 

Per tutto il mese in esposizione: mostra di A. Ancarani

Spazio libertario "Sole&Baleno" Sobborgo Valzania n.27 - 47521 CESENA (FC)

20 secondi a piedi uscendo da porta Santi

spazio.solebaleno@bruttocarattere.org spazio-solebaleno@bruttocarattere.it

Start: 22:00
End: 23:59

domenica 15 novembre

alle 22.
z'ev (london)
percussioni industriali live unplugged

seguono
vinili d'antan

se non vuoi il bar, porta da ber!

info: lariottosa@insiberia.net

Condividi contenuti
tutti i contenuti del sito sono no-copyright e ne incentiviamo la diffusione