Spazi Occupati & Autogestione


Nuove Occupazioni
20 marzo Il Panico Anarchico di S.Salvi - Comunicato | Sito
9 febbraio 2007 La Riottosa Occupata (Firenze) - Comunicato
31 dic 06/1 gen 07 Albergo Occupato (Messina) - Due giorni contro la repressione carceraria

Sgomberi
1 marzo 2007 Ungdomhuset (Copenhagen) - Comunicato pre-sgombero | Foto [1] [2] [3] | Cronologia | Comunicato post-sgombero | La demolizione di Ungdomhuset
26 febbraio 2007 Panico Anarchico (Firenze) - Comunicato | Sito
6 febbraio 2007 Reggia Occupata (Torino) - Comunicato | Sito
28 gennaio 2007 Mario Lupo (Parma) - Comunicato | Sito

Iniziative
Coordinamento per l'autoproduzione - Prossime date e Informazioni
Torino Ribelle - Bando | Locandine
Scarica e diffondi le fanzine
Boicotta CTS

Pistoia - Disillusione, lettera aperta su un’occupazione che non c’è.

Scusate lo stile sdrucito, la stanchezza però e molta…e pure l’incazzatura.

Sabato mattina, in molti, abbiamo liberato uno spazio sociale a Pistoia, cosa che in città non accadeva da circa 20 anni.
Da quel Sabato sembra passato un secolo. Già da domenica qualcuno paventava la possibilità di scendere a contrattazione con il comune per la concessione dello spazio…ieri poi, l’ultimo atto della farsa…alcuni si sono recati dal sindaco a contrattare…l’abbandono dell’occupazione!!!!! In cambio di uno spazio non ben precisato del quale entrare in possesso due giorni dopo la RITIRATA; la sera la discussione e stata estenuante, c’era chi, fregandosene di sindaci, assessori e quant’altro proponeva di tenersi il posto che ci eravamo presi, altri invece, erano risoluti ad accettare il compromesso col potere…questo è stato deciso, nonostante l’opposizione di una decina di individualità (“Anarchici del cazzo, sempre a rompere i coglioni” avrà pensato qualcuno dei festanti concertatori). Questi i fatti, ora due considerazioni: Per prima cosa ritengo inconciliabile con ogni dettato del buon senso prendersi rischi e denunce per occupare uno stabile da abbandonare subito dopo…mi sembra alquanto ridicolo; in seconda battuta mi sembra altresì singolare dichiararsi strenui difensori dell’autorganizzazione e poi rendersi ossequiosi alle richieste del sindaco di turno; mi sembra risibile denunciare l’illegittimità di un potere che è nella sua faccia migliore osceno, controllore, intimidatore, repressore e quant’altro, fermo restando che poi…quando il padrone chiama il cagnetto abbassa la coda…Io alla luce di questi fatti non gioco più (e come me molti altri), non posso accettare né di avere un qualsiasi tipo di dialogo con il rappresentante di un’istituzione che non riconosco; è inconcepibile che mi si chieda di partecipare ad una doppia legittimazione del potere…perché di questo si tratta: accettando di uscire così come si era entrati non si fa altro che legittimare l’amministrazione comunale che è riuscita a sgomberare un’occupazione senza nemmeno inviare un vigile…e la si legittima due volte perché qualche giorno dopo gli si da la possibilità di dimostrare tutta la sua magnanimità concedendo uno spazio ai “poveri” sgomberati, dimostrando una certa sensibilità nei confronti delle ragioni di tutti.

Mer, 23/04/2008 – 22:47

Pistoia - Firmata ordinanza di sgombero

Ieri nel tardo pomeriggio il coraggioso sindaco Renzo Berti ha firmato l'ordinanza di sgombero dello spazio occupato Breda sud.
La carta igienica è stata attaccata alla chetichella all'esterno dello stabile nel pomeriggio, nonostante la porta fosse ben aperta e all'interno numerose individualità stessero provvedendo alla pulitura di alcune stanze; l'ordinanza, confusa e ridicola, motiva lo sgombero adducendo motivazioni legate all'igiene e...all'intonaco! Noi siamo li, vediamo che succede. A breve nuove notizie.

Mar, 22/04/2008 – 09:33

Pistoia - Pistoia occupa...prima lo spazio, poi la luna!

fonte http://anarchicipistoiesi.noblogs.org

Dom, 20/04/2008 – 20:10

Torino - Uno strano pomeriggio... (antielettorale) | Aggiornato con le foto dell'azione

Questo pomeriggio a Torino si è verificato un fatto alquanto singolare: un nutrito gruppo dei più noti politici, proprio il giorno prima delle elezioni, pare che abbia finalmente preso coscienza della propria inutilità. Tutti insieme, dopo gli asti e le bassezze della campagna elettorale, si sono recati sotto il comune e hanno scaricato davanti al portone di ingresso una montagna di macerie. Uno striscione portava la scritta "Chi vota paga, e le macerie sono sue".
C'erano proprio tutti, da Berlusconi a Veltroni, passando per d'alema, ferrara, la santanchè, bossi (che malgrado le sue condizioni ci ha tenuto ad essere presente), un paio di fini oltre agli immancabili storace e borghezio. Partecipavano anche i politicanti di casa nostra, tra cui l'ex ambientalista ora balena Bresso, e l'ultras del tav chiamaparino. Non ci spieghiamo come mai la curti non abbia partecipato, e sia rimasta a guardare il cumulo di macerie, attonita, davanti al palazzo. Non sappiamo se il suo disappunto fosse dovuto al fatto che l'avessero esclusa o se invece ci siano stati degli attriti precedenti con il suo podestà. Giudicate voi dalla faccia.

C'è stata anche una pioggia di volantini che invitavano i cittadini a non votare, e a iniziare a pensare.

Non sarà mai che è un'iniziativa in solidarietà agli squat e alle zone autonome?

il comunicato rinvenuto poco distante il luogo dell'efferato crimine

MACERIE SOLO MACERIE

Oggi siamo venuti qui davanti al tempio locale della democrazia a torino a riportarvi i risultati del vostro dominio.
Macerie solo e soltanto macerie avete prodotto in tutti questi anni. Avete inventato la citta’ spettacolo e ci venite a raccontare che ”PASSION LIVES HERE!” “LA PASSIONE VIVE QUI!” (l’avete scritto in inglese – che fa piu’ figo – e l’avete moltiplicato all’infinito con una propaganda Goebbelsiana sistematica). Certo l’antica passione di essere presi per il culo non è sparita. Prima producevamo inutili automobili per tutti gli italiani (in italia abbiamo due significativi primati mondiali: il più alto numero di auto e di cellulari procapite) e ora fabbrichiamo spettacoli da mandare in onda via cavo. Il baricentro aristocratico economico del regno FIAT, nonostante i continui spot e i sorrisi smaglianti del nuovo re Mida di turno Marchionne, si e’ sfaldato e quello che era la citta’ dell’auto per eccellenza è stata trasformata in una giostra di vetrine, flash, coriandoli, sponsor, plastiche facciali, nani, bagasce e ballerine. Olimpiadi invernali, paraolimpiadi, universiadi, nel 2008 la capitale mondiale del design, nel 2011 i 150 anni dell’unità d’italia… mondiali di scacchi, mondiali del nulla .!. Ci volete convincere col vostro mantra pubblicitario che questi eventi faranno la nostra fortuna ed il prestigio sara’ sancito dalla costruzione di ben 2 grattacieli che certo mancavano ad un vera metropoli che si rispetti. Due torri che devono solo indicare gli scranni del potere: la regione piemonte da un lato e la banca SanPaolo dall’altro. E’ proprio vero che turin “non sta mai ferma” e senza neanche la pretesa di un’identita’ che non sia solo mediatica gira e vortica su se stessa finche’ ci saranno soldi da intascare e bonza da sniffare finche’ la giostra si sgancera’ per finire direttamente smaltita in una discarica in germania. Lo show deve continuare e questo e’ il progresso! Tutto questo accade con contorno di pubblico be(l)ante con tanto di sventolio di bandierine in plastica ignifuga. Lo stesso pubblico inconsapevole (?) servo della gleba che con pizzi e gabelle ripiana i debiti del baraccone dell’intrattenimento e tutti i giorni legge sul giornale a che punto è arrivato il liquame. Oggi vi riportiamo gli straordinari effetti del vostro sistema che sta crollando proprio grazie alle vostre brillanti idee. Qui davanti trovate le macerie delle politiche economiche: un susseguirsi continuo di crack finanziari di societa’ dai mirabolanti falsi in bilancio: Enron, AT&T, parmalat, cirio, bond argentini, borse che quotidianamente bruciano miliardi, la recessione diffusa e migliaia di famiglie con mutui che non possono permettersi di pagare… Vi riportiamo le macerie delle vostre politiche ambientali fatte di inceneritori/generatori di diossina e micropolveri, di munnezza smaltita altrove, di treni ad alta velocità e di tunnel sotto il Po. Le macerie della gestione climatica mondiale in cui procede inarrestabile la desertificazione del pianeta condita dall’antartide frantumato in iceberg galleggianti pei mari del mondo e da orsi polari ermafroditi. Questo il risultato della politica sulla sicurezza del lavoro: 1200 morti all’anno solo in italia e una famiglia di acciaieri nazisti (Thyssen&Krupp) che bruciano 7 operai perché non vogliono spendere soldi in estintori e allarmi.
Questi i miracolosi effetti dell’ “esportazione della democrazia” 5 anni di guerra e 100000 morti iracheni in cui le uniche zone “liberate” sono aree blindate da muri di cemento invalicabili dai nomi altisonanti liberty e prosperity e tutt’intorno soldati bombe e morti per strade battezzate “guns n’ roses”. Una guerra di occupazione per accaparrarsi pozzi petroliferi giustificata dalla ricerca di armi di distruzione di massa totalmente inventate. Questa è lo stato sublime a cui avete portato il livello della qualita’ della vita: vita precaria vita a progetto cibo in plastica vitamine a parte, antidepressivi ed un lento suicidio di massa a cui noi non vogliamo partecipare. Queste sono le macerie dei vostri sgomberi a suon di sbirri e denunce ma non per questo le vostre intimidazioni ci faranno arretrare. Noi stiamo cercando altro e del vostro incubo che puzza di carogne e miseria non sappiamo che farcene.

SQUATTERS ON THE MOVE

Sab, 12/04/2008 – 21:13

Milano - Occupato uno stabile - TAZ | Aggiornato con foto

per visualizzare le immagini meglio premi tasto destro del mouse sulla foto e seleziona visualizza immagine

Occupato questo pomeriggio uno stabile in Via Novara, per denunciare la carenza abitativa a Milano.

Accorrete numerosi,

T.A.Z. open

in VIA NOVARA 66 affianco al Mc Donald's, MILANO.

mezzi: 49-80-72-64- MM rossa Primaticcio

Sab, 12/04/2008 – 18:09

Ovunque april2008 - Notizie brevi

tradotto da april2008.squat.net

Ven, 11/04/2008 – 17:10

Italia - Due giorni in solidarietà alle case occupate e alle Taz - Appuntamenti

Questo fine settimana si terrà in tutto il territorio europeo una mobilitazione in solidarietà alle case occupate e alle zone autonome.

In Italia sono in programma alcune mobilitazioni in diverse città, stiliamo un piccolo elenco per fare il punto della situazione.

Mer, 09/04/2008 – 16:12

Firenze - Non c'è delega che tenga

La campagna elettorale è un momento in cui viene pubblicizzata un'idea di libertà tutta particolare: metti una croce e stai a gurdare, che poi alla tua vita ci pensiamo noi. Da quel momento rendi legittimo che qualsiasi aspetto della tua esistenza sia normato e stabilito dal tuo politico di fiducia: quali siano i cambiamenti necessari al quartiere in cui vivi, in quale nuovo ipermercato spendere i tuoi soldi, quale collina del paesaggio che ti circonda debba essere sventrata e per quale utile opera pubblica, dove poterti sedere in tutta legalità e fino a che ora, per quali guerre fare il tifo e quali deprecare, chi sia legittimato a migrare da un continente a un altro, quanto sia giusto che guadagni lavorando... e tutto il resto.

Mer, 09/04/2008 – 12:12
Dom, 17/12/2006 – 13:47
Condividi contenuti
tutti i contenuti del sito sono no-copyright e ne incentiviamo la diffusione