Spazi Occupati & Autogestione


Nuove Occupazioni
20 marzo Il Panico Anarchico di S.Salvi - Comunicato | Sito
9 febbraio 2007 La Riottosa Occupata (Firenze) - Comunicato
31 dic 06/1 gen 07 Albergo Occupato (Messina) - Due giorni contro la repressione carceraria

Sgomberi
1 marzo 2007 Ungdomhuset (Copenhagen) - Comunicato pre-sgombero | Foto [1] [2] [3] | Cronologia | Comunicato post-sgombero | La demolizione di Ungdomhuset
26 febbraio 2007 Panico Anarchico (Firenze) - Comunicato | Sito
6 febbraio 2007 Reggia Occupata (Torino) - Comunicato | Sito
28 gennaio 2007 Mario Lupo (Parma) - Comunicato | Sito

Iniziative
Coordinamento per l'autoproduzione - Prossime date e Informazioni
Torino Ribelle - Bando | Locandine
Scarica e diffondi le fanzine
Boicotta CTS

Modena - Nuova Occupazione

Siamo lieti di informarvi della nascita del nuovo spazio sociale anarchico occupato Rivoluzio. Lo spazio è in via due madonne a San Prospero sulla Secchia nella bassa modenese.
Tra poco, alle 16, ci sarà l'assemblea aperta ai cittadini.
I compagni e le compagne sono dovuti salire sul tetto nel momento di maggior afflusso delle forze di polizia. Ora la situazione è abbastanza tranquilla. Davanti ci sono vigili urbani e ogni tanto passano i carabinieri.
Finora sono presenti attivamente compagn* del gruppo anarchico carpigiano, dello spazio sociale Libera di Modena, del collettivo studentesco ricreAzione di Modena e del Collettivo Autogestito Modenese. Vi invitiamo a partecipare all'occupazione e a portare la vostra attiva solidarietà.

Mar, 04/03/2008 – 12:49

Torino - Aggiornamenti dall'Asilo Occupato e Dalla Boccia | Aggiornato

Clima di repressione intenso nei confronti delle case occupate torinesi.


Marco Borgione
Via Caio Ignazio Giulio 22
011 4425175

Notizia di ieri (fonte la stampa e orino cronaca) che l'Asilo Occupato è in lista tra i posti candidati a diventare "Rifugio Diffuso", una proposta di Marco Borgione (Margherita) per aumentare i posti letto disponibili in città, al fine di dar ospitalità ai rifugiati politici a Torino.
"Ironia o perfidia" è così che la Busiarda chiama questa proposta, firmata da Silvestrini (Rifondazione Comunista), Cassano (Rifondazione Comunista), Castronovo (Rifondazione Comunista), Ferrante (Rifondazione Comunista), Cerutti (Sinistra Democratica), Grimaldi (Sinistra Democratica), Cugusi (Sinistra Democratica), Salinas (Sinistra Democratica) e Gallo D. (Comunisti Italiani), un remake del copione che ha visto coinvolta la struttura occupata dal 1995 in via Alessandria dudes, di qualche mese fa, quando si voleva assegnare lo stabile all'associazione italo Rumena "Fratia".
Un nuovo tentativo per rimettere uno contro l'altro le varie componenti della torino multietnica.
I suddetti individui però, non sanno che l'Asilo è da sempre aperto a chi chiede ospitalità, senza guardar il colore della pelle, senza chiedere documenti a chi arriva a bussare al portone della casa occupata da 13 anni a Porta Palazzo e che, anzi, sono stati tra i primi a portar solidarietà ai Rom e ai profughi del Darfur, rifugiati politici anche loro, che da tempo occupano la casetta occupata questa estate come Fenix2, sgomberata ai primi di settembre e rioccupata questo inverno dall'Askatasuna e dai disobbedienti del Gabrio.
E infatti anche lo stabile di Via Bologna viene identificato, insieme ad un ex deposito di bici di Corso Umbria, all'ex Nebiolo di Via Bologna e una palazzina di Via Pianezza, come possibile destinazione per chi chiede ospitalità.
Naturalmente gli occupanti dell'Asilo a questo sporco gioco non ci vogliono partecipare e presto su questo sito, su www.tuttosquat.net e sulle libere frequenze di Blackout sentire le prossime iniziative in risposta.

AGGIORNAMENTO

In realtà il progetto "rifugio diffuso" e il piano di "riqualificazione", ossia nel caso dell'Asilo di via alessandria sgombero e distruzione di 13 anni di storia, sono due cose differenti, e la carta straccia quotidianamente distribuita in edicola ha confuso come suo solito, mescolando i progetti.
Presto informazioni più dettagliate e le prossime iniziative dell'Asilo.

Sorte un po' diversa, ma dai fini uguali (lo sgombero e l'annientamento di una realtà autogestita), quella che vede coinvolta la Boccia Squat in questo sabato preelettorale.
Gli occupanti questa mattina si sono svegliati assediati da una trentina di sbirri in assetto antisommossa e i vari infami digos, in vista dell'iniziativa di questo pomeriggio, dove ci sarà un monologo in solidarietà a Marco Camenish, in sciopero della fame dal 18 febbraio.
Sgombero evitato dalla veloce risposta dei solidali di tutta la città accorsi in Via Giacomo Medici 121 a dar man forte al compagno sul tetto, dopo aver sentito la notizia dell'assedio della casa rioccupata sabato scorso.
"Tranquilli non siamo venuti per sgomberare oggi" fanno sapere dalla frigos "ci rivediamo lunedì o martedì mattina, dove però questa volta entreremo e spaccheremo tutto".
Naturalmente qualche minaccia non è servita a intimidire gli occupanti, che da questo pomeriggio in poi continueranno con le iniziative.

Scarica il flyer Alleanza Nazi e Sega Nord ad alta definizione

Per domani è prevista una riunione al Barocchio Squat in vista di queste nuove notizie.

La fiamma dell'autogestione e dell'occupazione continua a ardere nell'animo della componente libertaria torinese.
Questi fatti non fanno che alimentarla.

Sab, 01/03/2008 – 14:38

Padova - Apriamo Spazi di Libertà!

Sabato 23 febbraio i compagni e le compagne del Gramigna, insieme ad altre decine di persone, hanno occupato per una sera uno stabile abbandonato da anni in cui si è organizzato un concerto e una serata musicale. Il passaparola dell’occupazione ha fatto arrivare all’iniziativa numerose persone.
Questa iniziativa ha dimostrato come dopo un anno di criminalizzazione mass-mediatica e di infamie il Gramigna è riuscito a resistere ai colpi della repressione e a rispondere a testa alta a questi continui attacchi con iniziative, concerti e manifestazioni, grazie anche a tutti coloro che ci hanno sostenuto in questi mesi. La partecipazione a questa azione del Gramigna ha dimostrato come a Padova il centro popolare sia ancora un punto di riferimento politico in cui tanti giovani e proletari si riconoscono.

Gio, 28/02/2008 – 17:04

Torino - Sull'articolo di Torino Cronaca, La Boccia Occupata e la solidarietà a Fabio

Due parole sull'articolo di torino cronaca / cronaca qui / cronaca qua qua di oggi, 26 febbraio 2008.

Mi è capitato spesso di passare dalla Boccia Squat, occupata per la prima volta due settimane fa, dopo che la giunta Chiamparino ne aveva sgomberato il precedente occupante, Leotta, che per anni aveva tenuto aperto il circolo fuori dalle solite logiche commerciali e di lucro.
Proprio per questo vorrei fare un paio di rettifiche all'articolo odierno di questa cartastraccia finanziata dai nuovi fascisti italiani, in particolare da ladestra e forza nuova, scritta da un ignorante scribacchino a firma p.f.q. (premiato falso quaquaraqua).

Mar, 26/02/2008 – 15:50

Padova - Sul concerto in solidarietà con gli spazi occupati

Alcune foto dell'occupazione temporanea di sabato sera in solidarietà con il CPO Gramigna e gli spazi occupati.

Il Gramigna Resiste

Lun, 25/02/2008 – 15:53

Firenze - Per farla finita con i fantasmi

Strategie repressive a Firenze e in toscana

Lun, 25/02/2008 – 15:07

Torino - Rioccupata la Boccia Squat

Ritornano i "Gatti di Parella" sui tetti della Boccia Squat, rioccupata questo pomeriggio dopo lo sgombero e i vari danni provocati dai birri di lunedì mattina.

Lo spazio sottratto al quartiere dalla giunta sinistronazicentroleghista Chiamparino & Co è stato riaperto questo pomeriggio, l'invito è a portare solidarietà in via Giacomo Medici 121.

Sab, 23/02/2008 – 18:48

Torino - Comunicato dopo lo sgombero della Boccia

Ecco il Comunicato dopo lo sgombero di Lunedì 18 Febbraio 2008

La Boccia si è solo accesa

In soli 10 giorni che abbiamo occupato l'Ex Circolo del nostro amico Leotta (rinominato La Boccia), l'abbiamo riaperto al nostro quartiere come era stato per ben trentott'anni, abbiamo rivisto e conosciuto nuovi amici a Parella, abbiamo fatto cene davanti al camino, volantinaggi informativi, iniziative musicali itineranti, ci siamo incontrati e frequentati, abbiamo lasciato perdere il peggio della vita (il lavoro e i padroni) per viverne il meglio!
Siamo stati sgomberati con la forza ieri mattina (18 febbraio) grazie a Chiamparino e al suo lustrascarpe di circoscrizione Alunno Guido: la loro politica è ovviamente chiudere i nostri storici punti di ritrovo per aprire false ludoteche o spazi di incontro con logiche associative standardizzate, To & Tu freddi, funzionali e ovviamente a norma.
Ora siamo qua fuori, ma nella testa stiamo ancora facendo vivere l'ex circolo, continueremo a vederci qui sotto per ricordarci e ricordarvi che i potenti ci tolgono lo spazio per respirare assecondando i propri lucri!

La Boccia è solo stata accesa!

Parella Squatters

Ven, 22/02/2008 – 13:37
Dom, 17/12/2006 – 13:47
Condividi contenuti
tutti i contenuti del sito sono no-copyright e ne incentiviamo la diffusione