Spazi Occupati & Autogestione


Nuove Occupazioni
20 marzo Il Panico Anarchico di S.Salvi - Comunicato | Sito
9 febbraio 2007 La Riottosa Occupata (Firenze) - Comunicato
31 dic 06/1 gen 07 Albergo Occupato (Messina) - Due giorni contro la repressione carceraria

Sgomberi
1 marzo 2007 Ungdomhuset (Copenhagen) - Comunicato pre-sgombero | Foto [1] [2] [3] | Cronologia | Comunicato post-sgombero | La demolizione di Ungdomhuset
26 febbraio 2007 Panico Anarchico (Firenze) - Comunicato | Sito
6 febbraio 2007 Reggia Occupata (Torino) - Comunicato | Sito
28 gennaio 2007 Mario Lupo (Parma) - Comunicato | Sito

Iniziative
Coordinamento per l'autoproduzione - Prossime date e Informazioni
Torino Ribelle - Bando | Locandine
Scarica e diffondi le fanzine
Boicotta CTS

Milano - Demolito il centro sociale abusivo «Kasotto»

fonte il resto del carlino

Il presidio dei militanti è stato allontanato senza tensioni. De Corato: eliminata un'altra zona franca

MILANO - È stata abbattuta questa mattina a Milano la struttura abusiva costruita sulla Darsena e utilizzata come centro sociale. Il presidio dei militanti del centro «Kasotto» è stato allontanato senza tensioni dalla polizia municipale. «Dopo via Morosini - afferma il vice sindaco di Milano e assessore alla Sicurezza, Riccardo De Corato - con l'abbattimento di questo centro abusivo abbiamo provveduto ad eliminare un'altra zona franca nel pieno centro cittadino. Rispondendo, ancora una volta, ad una chiara richiesta dei cittadini, esasperati da degrado, musica e rumori molesti che si protraevano per tutta la notte fino alle prime ore del mattino».

Lun, 04/08/2008 – 21:57

R/Esistere 2008 - L'ignoranza trasforma tutto in rave...

fonte Il SecoloXIX

Gio, 24/07/2008 – 16:00

Torino - Abbattuta la numero Uno

Questo pomeriggio è stata abbattuta la numero uno. in corso vercelli angolo corso emilia.
Prima di una lunga serie di occupazioni nel lontano 11 febbraio 2005, in cerca di uno spazio da far vivere in piena autogestione.
Sgomberata dopo 2 mesi e mezzo perchè faceva paura, donava uno stile di vita che non piaceva ai potenti.
Con la scusa di "essere pericolante" venivano così sgomberati gli occupanti e tolte le tegole dal tetto, per lasciarla marcire a se stessa.
Ma la numero uno, vecchio casello ferroviario di proprietà della Satti ora Gtt, in disuso da anni in un tratto di ferrovia dismesso, era una struttura solida. Ed è per questo che oggi l'han dovuta abbattere, dopo lunghe discussioni in consiglio di circoscrizione, che immaginiamo più sul fattore storico, vertevano sul possibile uso: o parcheggio per due mezzi o per quattro motorini.

Gio, 17/07/2008 – 16:30

Saronno - Piu' occupazioni, meno notti bianche

5 Luglio 2008.
Quella notte abbiamo trasformato un'area dismessa dell'ex
Isotta-Fraschini, destinata ad una prossima speculazione edilizia, in
uno spazio di aggregazione con musica e video-proiezioni, momenti di
confronto e festa.

A dispetto della notte bianca, dove tutto è subordinato al commercio, al
profitto, alla pubblicità o tuttalpiù allo sterile intrattenimento, la
nostra aggregazione è gratuita, senza padroni e autogestita, perché
organizzata in modo autonomo e orizzontale.

La "festa" organizzata dal Comune e dai negozianti di Saronno non riesce
di certo a nascondere la realtà del nostro territorio, fatta di

Dom, 13/07/2008 – 20:02

Torino - Inaugurata l'Alcova. Due Volte.

Riceviamo e pubblichiamo

La LORO inaugurazione delle attività.

Ieri pomeriggio l'Alcova Occupata, sgomberata in vista delle olimpiadi della speculazione 2006, è stata inaugurata nella sua corrente veste di "scusa ufficiale per motivare uno sgombero", diventando un nuovo polo cittadino della salute aperto ai cittadini di Torino.

Atti di insensata bellezza

Abbiamo voluto contribuire a modo nostro al momento di gioia comunale, finalmente ogni forma di autogestione/autoproduzione è stata scacciata dai giardini reali, restituendoli alla noia e alle rigide regole istituzionali.

Sab, 12/07/2008 – 14:47

Torino - Minacce di sgombero del Mezcal

Dal viscidume di CronacaQui

«Via gli squatters dalla Certosa Reale»
Anarchici, il sindaco chiede lo sgombero

COLLEGNO 04/07/2008 - «Via gli squatters dalla Certosa Reale». Il sindaco Silvana Accossato è stata molto chiara ieri mattina, quando ha incontrato il prefetto Paolo Padoin. Tra gli argomenti più discussi la situazione riguardante il padiglione 21, di proprietà dell’Asl To3, che da due anni è occupato da un collettivo di anarchici che, a quanto pare, mal si conciliano con la cittadinanza. «Abbiamo ricevuto le giuste lamentele di alcuni cittadini residenti nel nostro centro storico e nell’area centrale per il rumore dovuto a musica troppo alta nelle notti di sabato e domenica scorsi - racconta la prima cittadina -. I cittadini pensavano fosse dovuto agli spettacoli di Colonia Sonora, la nostra rassegna musicale che si tiene nel cortile della Lavanderia a vapore. Abbiamo presto chiarito che il disagio, invece, era causato da una sorta di concerto non autorizzato organizzato dagli occupanti del padiglione 21».

Sab, 05/07/2008 – 03:19

Cesena - In merito all’esperienza dell’Ex-Consorzio occupato

Distribuito alla cittadinanza

Cesena, 01/07/2008

Mentre la Cesena/vetrina si prepara ad un caldissimo luglio all’insegna del consumismo più sfrenato, tentando attraverso fastosi venerdì sera di shopping fuori orario di trattenere gli ultimi cittadini che ancora non imboccano le strade della riviera, l’Ex-Consorzio squat, recentemente occupato, viene spontaneamente lasciato dalle persone che nei giorni passati l’hanno fatto rivivere.

Teniamo in questa circostanza a ribadire, qualora non fosse già chiaro ai più, che la motivazione del gesto non è riconducibile in alcun modo ad un segno di resa nei confronti di amministrazione comunale e forze dell’ordine, per altro visibilmente in apprensione riguardo la situazione creatasi in città nei 10 giorni trascorsi. Trattasi piuttosto di una ragione scaturita da un equivoco burocratico/catastale in quanto, nonostante le ricerche preventivamente intraprese potessero far pensare il contrario, l’immobile è risultato appartenere ad un privato.

Mer, 02/07/2008 – 10:46

Lecco - Aggiornamenti dal reparto 7-7

Sabato 28 giugno a lecco è stato fatto un presidio al mercato con
volantinaggio e mostra fotografica in merito allo sgombero del REPARTO 7-7.
Al termine del presidio, smontata la mostra e andata via un po di gente, si è presentata la digos, richiedendo documenti ai presenti e portandosi a forza in questura un compagno per la comunicazione della denuncia per l'occupazione del REPARTO 7-7. Questa pratica, del tutto intimidatoria nei confronti dei tanti ragazzi che han dato vita al reparto 7-7, si affianca a tante altre che l'apparato repressivo sta mettendo in atto dall'occupazione in poi.

Lun, 30/06/2008 – 14:27
Dom, 17/12/2006 – 13:47
Condividi contenuti
tutti i contenuti del sito sono no-copyright e ne incentiviamo la diffusione