Monza - Resoconto dal presidio sotto il carcere

riceviamo e diffondiamo:

Martedì 17 luglio 2012 in una cinquantina siamo andati a portare i nostri saluti e la nostra solidarietà sotto le mura del carcere di Monza, per far sentire la nostra vicinanza ai detenuti che in questo periodo vivono una situazione ancor più difficile di quanto lo sia di solito. Per una mezz'ora i detenuti hanno potuto assaporare il nostro saluto e sentirsi un po' meno soli. Si è fatta una battitura, sono stati fatti esplodere dei fuochi artificiali, si sono fatti speakeraggi e sono stati gridati slogan.
La risposta giunta da dentro è stata calorosa e molto partecipata. Le grida di ringraziamento e le richieste di libertà hanno vibrato nell’aria riempiendo i nostri cuori e dandoci sensazioni indescrivibili.
La nostra convinzione che la lotta contro qualunque forma di reclusione e contro un potere che sempre più reprime come del resto è nella sua essenza, grazie a situazioni di questo tipo si radica ancor di più nel nostro animo, spingendoci a intensificare la lotta contro ogni forma di autorità.

Contro ogni carcere e la società che lo crea

CordaTesa

Ven, 20/07/2012 – 18:15
tutti i contenuti del sito sono no-copyright e ne incentiviamo la diffusione