Gravi fatti a Bologna

Ieri, lunedi' 16 aprile, mentre quattro compagni viaggiavano in autostrada nella macchina di proprieta' di uno di loro e' improvvisamente esploso il manicotto del radiatore. La macchina stava andando ai 130 km/h e si trovava in corsia di sorpasso, e i compagni hanno dovuto subito accostare in corsia d'emergenza mentre una grossa nube di vapore copriva la visuale.
Sia l'autista del carro attrezzi sia il meccanico che hanno visto il tubo hanno affermato di non aver mai visto una cosa del genere, essendo il tubo in buone condizioni se non per un largo e netto taglio verticale.
Il meccanico ha detto che il tubo non sembrava esploso, ma che piuttosto sembrava essere stato tagliato.
La macchina nei giorni precedenti era stata parcheggiata nei pressi della nuova occupazione NO TAV a Bologna.

Non ci sembra azzardato ipotizzare che questo sia stato un deliberato sabotaggio da parte di chi non tollera questa nuova situazione di lotta in citta'.
Non ci lasceremo intimidire da manovre infami e becere quanto i loro autori.
la lotta continua.
a sara' dura!

Mar, 17/04/2012 – 20:09
tutti i contenuti del sito sono no-copyright e ne incentiviamo la diffusione