Antifascismo Antirazzismo

Antifascismo, antirazzismo, antinazismo e xenofobia dilagante, nel mondo e in Italia.

Toscana - Incendiato negozio di kebab

fonte: RaiNews24

Potrebbe avere una matrice politica l'incendio che la notte scorsa ha devastato il negozio di kebab in centro ad Altopascio (Lucca). Delle indagini e' stata incaricata la digos di Lucca che, in queste ore, sta ascoltando alcuni testimoni ai quali vengono mostrate fotografie di personaggi legati alla destra estrema.

Secondo quanto appreso, non sarebbero comunque stati tracciati segni sui muri ne' lasciate rivendicazioni. Gia' in passato, esponenti della destra estrema locale si sarebbero resi protagonisti di atti xenofobi nei confronti dei rom.

Lun, 02/06/2008 – 02:12

Treviso - Gentilini mette al bando i cani stranieri

fonte la Tribuna di Treviso

LO SCERIFFO E I QUATTRO ZAMPE

"Noi non vogliamo razze di cani stranieri". E' l'ultima sparata del vicesindaco di Treviso Giancarlo Gentilini. Parlando in occasione della presentazione delle unità cinofile del Corpo Forestale, in piazza dei Signori, lo Sceriffo anti-immigrati stavolta se l'è presa con il meticciato dei nostri amici a quattro zampe: ok al lupo italiano, una razza nata alla fine degli anni Sessanta, al bando pechinesi, chihuahua, labrador, husky e tutto quanto suoni "esotico". Anche se si chiama Fido e non Mohamed.

In piazza dei Signori era in corso un'esibizione del Corpo forestale che presentava le unità cinofile per il recupero di animali di specie estinte. Si tratta di cani di una razza chiamata "lupo italiano", creata negli anni Sessanta. Cani che piacciono a Gentilini: "Questi sì che vanno bene, sono gli animali dei nostri progenitori. Dobbiamo dire no, invece - ha proseguito il vicesindaco di Treviso - a quei cani stranieri che non sono rispettosi dell'ecoflora nostrana e del nostro ambiente".

Dom, 01/06/2008 – 13:32

Firenze - Odia il diverso ama il tuo padrone

a proposito di ronde, sicurezza e fascismo montante

La paranoia securitaria alimentata per anni da giornalisti e politici comincia finalmente a dare i suoi frutti.
Sullo sfondo di una giungla urbana ricoperta di cemento e fitta di telecamere, in tutta Italia fascisti e polizia picchiano, sequestrano, incendiano, uccidono, coperti dalle istituzioni e aizzati da una stampa sempre più razzista e asservita.

Ven, 30/05/2008 – 15:33

Trento e Rovereto – No alle ronde (3° parte)

Dopo la constante contestazione da parte degli anarchici, la lega nord ha deciso di sospendere i gazebo per il reclutamento delle ronde. Per evitare scontri – dichiarano i padani ai giornali -, il reclutamento avverrà per “passaparola”.
Martedì, infatti, gli anarchici a Rovereto erano in piazza… senza leghisti. Libera dai fabbricanti di odio razziale, la piazza ha ospitato il volantinaggio dei compagni e la discussione con vari passanti. Se mai dovessero in futuro partire le ronde, saremo pronti a fermarle.
Ora l’iniziativa continua contro il pacchetto sicurezza, contro la repressione in Campania, contro la militarizzazione della società.

Gio, 29/05/2008 – 13:13

Forlì - Tensione alla passeggiata anti-degrado

fonte "Corriere di Romagna" di Martedì 27 maggio

Gio, 29/05/2008 – 12:10

Rovetta - Distrutte le lapidi commemorativa della legione fascista "Tagliamento"

La notte del 25 maggio sono state distrutte le lapidi che ricordavano i 43 Legionari della ” Tagliamento ”, reggimento fascista, giustiziati in Rovetta (BG). Il fatto è accaduto nella giornata immediatamente successiva alla stessa data della "commemorazione".

Mar, 27/05/2008 – 17:58

Perugia - Comunicati attacco fascista all'Ex-Mattatoio

SOTTO ATTACCO DELL'IDIOZIA

Il tentato incendio del CSOA EX Mattatoio, nella notte tra il 24 e il 25-05-08, è il reiterato tentativo di quattro stupidi di fermare le attività del centro o comunque intimidire i compagni/e dell'area antagonista perugina. Ci avevano già provato con delle luride scritte alcuni anni fa. Poi son tornati dopo la proiezione di “Nazirock”, che alle loro teste bacate deve essere sembrato un affronto e allora hanno spaccato con spranghe le vetrine del centro e assaltato il camper di un compagno parcheggiato lì fuori, mettendone in pericolo l’incolumità. Ora ci hanno riprovato col fuoco, a distanza di neanche un mese dall’ultima aggressione, convinti dell'impunità assicuratagli dai loro amici al governo e dall'aria di piena restaurazione culturale e politica in atto anche in questa città. Lo dimostra la stupidità della politica istituzionale perugina che da 5 anni decide di non decidere. L'inedia e l'incapacità della cosiddetta "sinistra radicale" si è infatti brillantemente manifestata nel comportamento del Presidente del Consiglio Comunale, che nella seduta del 19 maggio, di fronte a 70-80 compagni/e che chiedevano il diritto di parola per illustrare le condizioni di inefficienza e incapacità dell'intera politica della Giunta sulla questione degli spazi sociali, ha scelto di interrompere la seduta. E poi magari questi stessi soggetti spenderanno fiumi di parole per spiegare perchè hanno perso alle ultime elezioni, perchè non sono credibili, perché la gente pensa che sanno solo essere attaccati alla poltrona e ai loro lauti stipendi.

Lun, 26/05/2008 – 21:57

Rovereto e Trento – No alle ronde (2° parte)

Venerdì 23 maggio un gruppo di anarchici ha di nuovo contestato, a Trento, il gazebo di reclutamento dei "volontari per la sicurezza" della Lega Nord. I compagni hanno circondato il gazebo con gli striscioni, volantinando e parlando al megafono. I leghisti – tra cui il senatore Sergio Divina – hanno cercato di strappare gli striscioni e di strattonare i compagni. Ne hanno rimediato… un gazebo distrutto.

Lun, 26/05/2008 – 17:52
Gio, 14/12/2006 – 14:04
Condividi contenuti
tutti i contenuti del sito sono no-copyright e ne incentiviamo la diffusione