Liberazione Animale

Animalismo, antivivisezione, liberazioni animali, sabotaggi, ALF

Padova - Liberati 4000 conigli (dai media locali)

fonte: il Mattino di Padova

Gabbie troppo strette e vivisezione

Animalisti liberano 4 mila conigli

Un blitz animalista in piena regola per liberare ben quattromila conigli da un allevamento di via Appia Monterosso. Il fatto è avvenuto nella notte fra il 28 e il 29 luglio, ma la notizia è trapelata solo ieri, grazie a un volantino di rivendicazione, corredato da numerose foto, firmato da un «Fronte di liberazione animale».

Ven, 08/08/2008 – 16:26

Padova - Liberazione da allevamento di conigli

comunicato anonimo ricevuto e inoltratoci da LA NEMESI

"a notte tra il 28 e il 29 luglio 2008 siamo entrati nell'allevamento di conigli di Lino Fasolato in via Appia 98 ad Abano Terme (PD). Da molti anni questo signore rifornisce i vivisettori di tutta italia e nel 1991 fu scoperto un altro suo losco traffico: accalappiava cani per le strade senza averne la licenza e li rivendeva ai laboratori di vivisezione.
Il lavoro della famiglia Fasolato non è degno di rispetto e noi non abbiamo avuto problemi di coscienza nel rovinare la sua attività.
Ciò che per questa gente è solo merce da vendere in realtà sono esseri viventi incantevoli, ognuno con una propria individualità e con il desiderio innato di respirare aria pulita, vedere la luce del sole, correre sull'erba, scavare nella terra, costruirsi delle tane, vivere la vita.

Ven, 08/08/2008 – 15:01

Como - Attaccato allevamento di fagiani

"29 luglio 2008 Figino Serenza (CO):
nelle prime ore del mattino entriamo nella proprietà dell'allevamento di fagiani "roncorone" e subito ci mettiamo al lavoro.
un lato intero della prigione (divisa in diverse voliere) viene tagiato.
Contemporaneamente viene tagliata la rete superiore aprendo grandi varchi verso il cielo stellato. In questo modo gli animali potranno fuggire verso la libertà, invece di vivere in gabbia e finire sotto il fuoco dei cacciatori.
In poco tempo il posto diventa irriconoscibile, tutte le voliere sono ormai sventrate, un enorme danno per l'allevatore, la libertà per i suoi prigionieri!

Ven, 08/08/2008 – 14:32

Ravenna - Importanti novità sullo zoo

Dalla mailing list della campagna "Gli Zoo Bastardi". Per maggiori informazioni su questa campagna e gli aggiornamenti visitate il sito http://www.inventati.org/glizoobastardi/

Abbiamo appreso dal alcuni quotidiani recenti sviluppi sull´iter che dovrà portare alla costruzione del parco faunistico "Le Dune del Delta".

Il progetto del nuovo zoo di Ravenna deve, per via di una nuova legge approvata proprio pochi mesi fa, superare anche un procedimento chiamato VALUTAZIONE AMBIENTALE STRATEGICA per cui in questi giorni sono stati consegnati al comune di Ravenna tutti gli elaborati che, se accettati, consentiranno ad ALFA 3000 di poter riempire recinti e gabbie di centinaia di animali e dar via alla più grande truffa commerciale degli ultimi anni.

Ven, 01/08/2008 – 15:17

StopHLS - Altri azionisti cedono

H PARTNERS CEDE LE AZIONI

Altro ottimo risultato!

Dopo la cessione della azioni da parte di Raymond James/Eagle Asset ed il lancio della campagna contro Acadian, anche H Partners ha deciso di cedere le azioni di LSR corrispondenti al valore di più di 11 milioni di dollari. La cessione, avvenuta secondo loro intorno alla metà di luglio, è stata confermata dagli attivisti/e statunitensi di Win Animal Rights (www.war-online.org).

H Partners Management azioni di LSR: 459.539 valore: $12.454.000 H Partners Capital azioni di LSR: 368.933 valore: $9.998.000 tutto ciò è stato ceduto! Un ringraziamento a tutti coloro che hanno supportato e agli attivisti/e coinvolti/e, soprattutto quelli che hanno organizzato le proteste a Londra e negli Stati Uniti. Al momento la percentuale di investimenti degli istituti di credito risulta al 8.63%, con la vendita della H Partners tutto ciò si è ridotto al 4 - 4.5%, ciò significa che non ci sono più molte azioni in possesso di istituti di credito e di aziende.

Gio, 31/07/2008 – 13:59

Germania - Liberati 2000 visoni in solidarietà con i prigionieri austriaci

Comunicato anonimo tradotto da Bite Back Magazine

"Potevamo sentire l'odore orribile molto prima di arrivare all'allevamento per pellicce di Schlesen, vicino Kiel, nella notte del 22 luglio 2008! Gli animali erano rinchiusi in quattro per gabbia! Tutto l'allevamento era in condizioni terribili! Ce ne sono stati molti che non siamo riusciti ad aiutare questa notte! Ma abbiamo liberato almeno 2000 visoni! Abbiamo dato loro una possibilità di fuggire. Una possibilità che è meglio di essere uccisi tra pochi mesi dall'allevatore. Questi animali meritano libertà! Questa azione è dedicata agli attivisti animalisti austriaci imprigionati!"

Ven, 25/07/2008 – 16:36

Regno Unito - Azioni ALF annullano stagione di caccia

A causa delle azioni portate avanti da ALF/GLF (Animal & Grouse Liberation Front) nelle scorse settimane, alcune delle quali in solidarietà con gli attivisti austriaci prigionieri, gli organizzatori della stagione di caccia al gallo cedrone di Ilkley Moor, la Bingley Moor Partnership, ha annunciato che non ci saranno crudeltà venatorie, per almeno i prossimi due anni, a causa della carenza di "scorte" di animali.

Amanda Anderson, portavoce della Moorland Association, ha però voluto precisare che non tutte le attrezzature danneggiate dagli attivisti erano collegate alla caccia al gallo cedrone.

Ven, 25/07/2008 – 16:26

Usa - Eutanasia per i Mustangs con il sì degli ambientalisti

fonte: corriere.it

WASHINGTON — Nell’America del 2000, nessuno impersona i miti del Far west meglio dei cavalli selvaggi, i «wild mustangs» che popolano le Grandi praterie e le Montagne rocciose, indipendenti e fieri come i cow boys di un tempo. Ma per gli allevatori di bestiame, per gli agricoltori e per gli ambientalisti, questi animali, il cui numero raddoppia ogni quattro anni, incominciano a rappresentare un grosso problema. Si calcola che ve ne siano almeno 33 mila in libertà e 30 mila in cattività in enormi recinti [ndr. già bersaglio di numerosi attacchi dell'Earth Liberation Front e di altri gruppi dell'ecologismo radicale] del Kansas e dell’Oklahoma. E quelli liberi arrecano danni sempre più gravi alle sorgenti di acqua, all’erba, alle piante, sottraendo cibo ad altri animali e mettendo a rischio specie in via d’estinzione come le tartarughe, gli uccelli del deserto e i montoni del Wyoming. Così, in nome dell’equilibrio ecologico e biologico, per la prima volta è iniziata, tra polemiche furenti, una campagna per l’eutanasia dei «mustangs». A proporre una sorta di selezione della razza dei cavalli selvaggi eliminandone i più deboli e i più anziani fu la rivista Audubon, la Bibbia degli animalisti, in un articolo di Ted Williams del 2006 che venne bollato di eresia.

Gio, 24/07/2008 – 12:00
Mer, 22/11/2006 – 13:06
Condividi contenuti
tutti i contenuti del sito sono no-copyright e ne incentiviamo la diffusione